venerdì 8 marzo 2013

Il censimento dei poveri bastardi Gaijin?????

Ma porca puttana io a Shbuya non ci vado più perché ce l`hanno con me in quella zona.
Porca paletta lo so che li ci sono i poliziotti più fancazzisti annoiati e arroganti del Giappone ma cribbio sembra che aspettino solo me.

Sta mattina alle 8 am vado a cambiare il router di un negozio, prima mi fermo da Segafredo e inseguito installato il router faccio vari test e finisco alle 11 am.
Torno quindi al parcheggio dove avevo lasciato lo scooter, passando davanti al viale di uscita noto un poliziotto che parla con un salary man e prende appunti.
Subito entro in modalità Defcon 5 e quando passo per il viale lo faccio pian pianino perché so che li ci sta lo stronzo in uniforme del giorno.
Infatti l`infimo bastardo puzzolente si era nascosto dietro la colonna per poi zomparmi davanti con la manina in segno di stop.

Subito penso ma che cazzo vuole? Cosa cazzo ho fatto di male?

"Patente" (Già il modo non mi piace)
Estraggo la patente ma mentre gliela passo l` immagine del Salary man mi passa di nuovo per la testa.
Domando perché mi ha chiesto i documenti mentre lui sta già scrivendo i miei dati.

Prima esita e poi risponde "Stiamo investigando su un incidente di una bicicletta"

Domando "Per caso e` stato uno scooter Giallo?"

Esita ancora e poi risponde "non lo sappiamo stiamo indagando."

Allora domando "Quindi il modo di operare standard e` di prendere i dati a casaccio? Anche di chi e` a piedi come il salary man di prima?"

Quello balbetta "Non so di cosa stia parlando non capisco l` Inglese"

I rotori delle parti basse incominciano a girare visto che non stiamo parlando in Inglese ma in Giapponese, nella sua mente forse ciò che esce dalla mia bocca e` inglese e lui lo parla perfettamente visto che mi parla in Giapponese.

Domando "Dove e` successo l` incidente?"

Sembra pensarci  troppo e spara una location li attaccata. Capisco che e` una favolina ma tento un ultima domanda.

"A che ora e` successo?"

"Verso le 9:15." Risponde.

Agente può smetterla di scrivere i miei dati non le servono se vuole le mostro la ricevuta del parcheggio che indica da che ora a che ora era incatenato il mio scooter.
Ma sto stronzo fa finta di non sentire.

Mi incazzo.
"STOP!!!! (ordino in modo molto forte) "Mi ridia la patente!!! E la smetta di scrivere!!!"

"Questo e` un Power Harrassment e una violazione della privacy, lei sta prelevando le mie informazioni senza ragione, mi mostri il Badge e domani ci sentiamo con il mio avvocato!!! Anzi guardi lo chiamo ora cosi ci parla direttamente."

Lo stronzo sbianca mi rida il documento.

Io ordino: "Agente mi dia il foglio su cui ha scritto alcuni dei miei dati!!! Non le serve e non lascio a degli sconosciuti senza ragione i miei dati personali non si sa mai che porcate ci possano fare"

Lo stronzo stizzito mi da il foglio ma mentre mi rimetto i guanti questo si sposta dietro la moto e incomincia a scrivere il numero di targa.

Mi inbestialisco, "che e` un stalker? Mi dia l` appunto non ha diritto di prendersi alcuno dei miei dati" ora si allontani che finche non sono sicuro che ha smesso di disturbarmi non parto.

Lo stronzo si allontana e io mene vado.

Morale della storia? Se un fottutissimo sbirro giapponese vi viene a rompere il cazzo per e` annoiato a morte del suo lavoro e pensa che violando la privacy di ogni persona che passa possa riempire la sua giornata di merda, non fatevi intimorire.

Testa alta e furbizia cosi questi stronzi non possono fare i loro porci comodi.

Ma ricordatevi shibuya e` la base di questi stronzi con il distintivo.
Vi domanderete perche lo fanno?


Secondo me da un lato sono pagati per fare qualcosa e si inventano sti lavori del cazzo.
Ma forse lo fanno per una ragione semplicissima, censiscono le persone che frequentano l` area. Se succede qualcosa di male nella fascia di orario in cui secondo loro tu frequenti la zona finisci nella lista delle persone da rivedere? Magari accusare e incastrare tanto l`impotante che prendano qualcuno?
Ok sto diventando paranoico non puo essere cosi.






28 commenti:

  1. Mattia Butta8 marzo 2013 09:41

    Lo stronzo sbianca mi rida il documento.



    Ti ammiro. Io non ne sarei stato capace.

    RispondiElimina
  2. Bho, forse avrai notato un polizziotto debole. Ma in tutto il mondo i poliziotti si possono incazzare e dari noie. Normalmente direi "sei un grande", ma se il tono era lo stesso dell'articolo, mi e' sembrato che eri troppo incazzato!

    RispondiElimina
  3. Luca se lo avessi fatto qui in Italia saresti incorso in alcuni reati ed avresti finito la tua giornata in Questura, uscendone con qualche denuncia e tanti soldi da pagare all'avvocato. Non conosco la legislazione Giapponese e suppongo ci sia stato un valido motivo per fare quello che hai fatto e che in quel paese ne avevi il diritto (forse) ma ti consiglio di non provarci da noi :-) un abbraccio

    RispondiElimina
  4. Andrea Marchioni11 marzo 2013 02:04

    Complimenti per il sangue freddo, anche se hai rischiato a rispondere cosi` ad un poliziotto.
    Ma perche` succedono tutte a te o a quelli che tu conosci??

    RispondiElimina
  5. quando mi girano mi girano, non aveva motivi per scocciarmi

    RispondiElimina
  6. Poliziotto semplicemente non preparato a un no, era li a rompere le palle alla gente. Come poteva incazzarsi e cosa poteva farmi?
    Niente gli ho solo ordinato di ridarmi il documento visto che non aveva motivo di prendere i miei dati.
    Infatti si e` sottomesso.
    L` importante in queste situazionie tenere le baraccia incrociate, movimenti delle manine possono essere si usati come espedienti per portarti in Koban

    RispondiElimina
  7. Ma perche dobbiamo sempre fare paragoni?
    Primo anche in Italia non ho commesso nessun reato. Cosa avrei fatto ho ordinato ad un tuttore dell` ordine di rispettare la legge, non aveva motivo per prendere i miei dati visto uscivo da un parcheggio.
    In Italia c`e` l`offesa ad un pubblico ufficiale ma io non ho detto parolacce.
    Inoltre il poliziotto fancazzista italiano sta in ufficio, se non ha un cazzo da fare non fa un cazzo e si grata.
    Ps. In Italia l` ultimo poliziotto fascistello che ha provato a fare il furbo con me ha perso due denti. (parliamo di gioventu`). Mi hanno menato per un po ma poi si sono trovati in grossi guai. (questore=Parente) (il poliziotto mi aveva fermato e pesantemente offeso durante una perquisa)
    Comunque lavori di merda come questo in Italia lo fanno i vigili urbani.

    RispondiElimina
  8. Questa volta non ho rischiato e filmo sempre. Ma non pubblico non vorrei rischiare rogne.
    Questo lo penso anche io, perche sempre a me?
    Forse pre macino 70 km al giorno?
    Forse perche sono sempre in giro?
    BOOOOOO

    RispondiElimina
  9. Ricorderai la mia esperienza non troppo lontana di quando venni fermata davanti alla stazione dal ciccione di turno: quando ho rifiutato di mostrare i documenti non ha nemmeno potuto battere ciglio! forse si è giusto preso la targa delle mutande UNIQLO :D

    RispondiElimina
  10. Luca in Italia non puoi e ripeto non puoi invocare la privacy quando un operatore delle forze dell'ordine ti chiede i documenti, ogni cittadino soggiornante sul territorio nazionale ha l'obbligo di declinare le proprie generalità in qualsiasi condizione di tempo e di luogo.(se straniero ha l'obbligo di portare un documento) Le registrazioni di dati anagrafici sui moduli appositi sono consentite e in alcuni casi obbligatorie, (per la tutela di entrambi i soggetti) i dati registrati sono ovviamente sottoposti alla legge sulla privacy (uso esclusivo interno o autorità giudiziaria) in italia si ha anche una registrazione aggiuntiva: i nominativi vengono passati al terminale, e ne rimane traccia per sempre.(dati anagrafici, in compagnia di chi sei, che auto, dove e quando). Ovvio poi che non si deve cercare di appioppare un reato a qualcuno solo perchè straniero, e questo forse capita in Giappone... qua i magistrati ti fanno un culo così se non hai prove solide. poi se ritieni che una pesante offesa debba essere curata con due denti saltati, mascherandosi poi dietro il parente pezzo grosso...beh sono perplesso...non ti facevo così.

    RispondiElimina
  11. Rispondo con calma appena tornato dalla Cina. Da domani a venerdì sono a Pechino

    RispondiElimina
  12. hai fatto stra-bene!!
    comunque complimenti. magari un'altra persona non avrebbe protestato o lo avrebbe fatto ma alla fine si sarebbe assoggettato... invece tu hai fatto benone! con alcune persona bisogna imporsi di prepotenza!
    poi in giappone specialmente è bene che un gaijin faccia sempre valere i suoi diritti e ci stia attento

    RispondiElimina
  13. Bravo Luca...ottimo sangue freddo e determinazione...ma tu ci sei abitutato...un niubbo del giappone l'avrebbe presa in quel posto.
    In Italia comunque i poliziotti ti prendono sempre i dati senza il tuo permesso...ti fermano, ti fanno stare in auto o sulla moto, passano il tuo documento al collega o lo controlla lo stesso che ti ha fermato e, se notate si mettono sempre a scrivere qualcosa, mentre aspettano le info su di te. Anche solo per tenere il registro di chi hanno controllato durante il loro turno, i tuoi dati vengono presi senza permesso/motivo. Ma nessuno osa mai dire NO al pulotto...avresti rogne...ad un mio compagno di università, che ha osato rispondere per le rime ad un carabiniere rompi cazzo, l'hanno fatto scendere dall'auro per la perquisa e mentre veniva controllato, il collega infame gli ha rotto la plastica del fanale posteriore...risultato: dalla perquisa non è emerso nulla di irregolare, ma guarda caso, il mio amico da solo contro due caramba e senza testimoni che potevano dire il contrario, è andato via con una multa per fanaleria irregolare e un'incazzatura che ancora adesso dopo 7 anni deve ancora smaltire

    RispondiElimina
  14. gioca gioca con il panico gaijin parlando giapponese ci vediamo presto

    RispondiElimina
  15. Mi ricordo molto bene.
    A volte sembra che sia l` unico ma in realta molti stranieri e giapponesi ricevono lo stesso trattamento
    PS. Ti devo parlare chiamami.

    RispondiElimina
  16. Vieni in Giappone?

    RispondiElimina
  17. In Italia la normativa e` diversa, ma in generale ci sono degli ordini ben precisi per il controllo del territorio. Inoltre nella mia esperienza hanno dei formati standard. Qui la pula va cio che gli pare.
    Inoltre a me se il poliziotto spacca un fanale in italia per multarmi gli faccio il culo. Ma qualche lettore si lamentera che non si aspettava che fossi un personaggio cosi. Non ho mai usato le mio connessioni per vantaggi personali ma solo per fare il culo allo stronzo di turno.

    RispondiElimina
  18. Il motivo del post e` proprio questo, pero ricordo che o sai gestire la situazione in tutte le direzioni possibili oppure e` meglio non provarci perche ci vuole sangue freddo e mente lucida per bastonarli senza che diano di matto e trovino il modo di arrestarti.

    RispondiElimina
  19. Normative diverse come detto in altri commenti. Ma ci sono delle direttive ben precise. A che ora fanno i posti di blocco e in che zone?
    Scusami un poliziotto ti manca di rispetto e tu se hai un arma che lo puo sottomettere non la usi? Io non lo avevo offeso percio lui non doveva.
    Ho sempre usato queste connessioni personali solo a scopo punitivo di stronzi emeriti. C`e` qualcosa di male?
    Le code all` immigrazione di notte me la facevo come tutti i cristiani del mondo per la mia ex. Anche se potevo saltare la coda.
    In quel caso usai le amicizie dopo 3 tentavi andati male perche i poliziotti non facevano il loro lavoro. In quella situazione ebbi la possibilita di far sentire una merda il responsabile dell` ufficio immigrazione perche le urlai infaccia la sua incompetenza e inettitudine. C`e` qualcosa di male?
    In italia avrei potuto insermi in qualche ced della regione a non fare un cazzo sulle spalle degli italiani ma mi sembra che non lo abbia fatto.
    Anche qua in Giappone ho dovuto utilizzare le mie conoscienze ne vuoi un esempio?
    Siccome in ambasciata e Consolato sono dei lavativi stratosferici (nel viaggio a novembre mi hanno anche cannato la traduzione della patente)
    Nei miei primi anni ad osaka dovevo rinnovare la patente, per fare cio serviva una visita medica da un dottore scelto dal consolato. Chiamai per avere i recapito, sai cosa mi risposero? Deve andare a tokio qui non abbiamo scelto un medico.
    COOOOOSA??
    Li mi lamentai con amici e misteriosamente dopo due settimane mi chiamo il consolato per informarmi che avevano scelto un dottore.
    Ora non so se e` collegato alla chiaccheratina che ho fatto ma se lo fosse non ho dato un servizio ai miei connazionali?
    C`e` qualcosa di male oppure non c`era niente di male nel fare viaggiare un connazionale fino a tokyo con costi ingenti per un fottuta visita medica?
    Il poliziotto italiano l` ha pagata cara la sua offesa perche essere un tutore dell` ordine non implica che tu possa fare quello che vuoi.
    Ci pensera due volte a fare il mona.

    RispondiElimina
  20. Certo ovviamente le due istituzioni hanno regole e procedure diverse, ma ti parlo per conoscenza diretta, anche qui in italia i cosiddetti "tutori della legge" fanno un po' come cazzo gli pare anche se probabilmente in maniera più "da sottobosco".
    Cmq sia, il fatto è davvero accaduto e il mio amico non se l'è sentita di proseguire oltre più che altro per i costi che potevano scaturirne tra avvocati ecc ecc...poi a suo dire se la faceva sotto di essere segnalato a vita e di avere ulteriori grane in futuro

    RispondiElimina
  21. Trottolinachegira15 aprile 2013 12:51

    Scusa, ma non crederai mica a questa storia, vero?
    Se lo ha fatto davvero, avrebbe passato dei guai e non lo racconterebbe. E' una panzana fidati!

    RispondiElimina
  22. Trottolinachegira15 aprile 2013 12:52

    Scusa, ma non credo ad una parola di quello che hai scritto e dubito ci sia qualcuno che possa darti credito! Ma tu pensi davvero che se un poliziotto vuole prendere i tuoi dati, o la visibilissima targa, basta che alzi la voce e quello batte in ritirata???
    Hai mai provato a farlo anche solo in Italia? Finisci diretramente in Questura, fidati!
    Vorrei capire perchè lo hai scritto, volevo fare il bullo con gli amici?
    Non funziona, mi spiace!
    TG

    RispondiElimina
  23. Trottolinachegira ti faccio passare il commento (sai che ce la moderazione vero?) perche sono masochista, ma giustamente mi aiuta a definire i mio FAQ (fuck and quit).
    Come in molti post questo l` ho scritto a fatto avvenuto, uno dei piu grandi errori della mia vita, perche c`e` sempre qualcuno che deve dire non ci credo.
    Giustamente non posso provarlo, e` la mia parola e basta. Qui di manie di protagonismo ne hai solo tu, cerchi di avviare un flame con un argomentazione nulla visto che parliamo di esperienza personale.
    Se accetti la cosa bene e ti lascero commentare ma se vuoi continuare su questa strada ti banno perche non porta a nulla.

    RispondiElimina
  24. Mi spiace per tutto quello che ti e' succetto pero' non ti preoccupare! Sono fatti cosi' ad essere arroganti (e bugiardi) non solo con i gaijin ma a tuttiXD. Ti racconto: quando ero bambina sono stata investita da un' auto e la mia maestra mi ha portata in una grande stazione di polizia di Ikebukuro, e sai cosa e' successo? Anziche' mettersi a fare investigazione ha subito cominciato a fare una ramanzina a me! come se fossi io colpevole. Il suo modo di parlare mi ha tanto terolizzata...vabbe'. Pero' il peggio doveva ancora venire..., qualche anno piu' tardi i miei hanno ricevuto una telefonata dalla polizia del mio paese dicono che mio fratello, che allora aveva undici anni, ha rubato una bicicletta. Dopo una breve discussione a casa, i miei hanno scoperto una storia sorprendente rivelata da mio fratello: doposcuola tornando casa lui e un suo amico hanno trovato una bicicletta ad un mondezzaio e PER CASO un poliziotto ha notato di questi bambini che la stanno guardando ma ASPETTAVA NASCONDENDO CHE I BAMBINI LA PRENDA IN MANO! E non appena i bambini hanno toccato la bici si e' spuntato fuori e li ha portato alla stazione di polizia e, non ci crederai, PRIMA di chiamare i loro genitori, un po' con le cattive un po' con le buone, li hanno costretto a minaccia di firmare documenti che, praticamente una confessione del delitto (furto). Secondo mio fratello i poliziotti li hanno assicurato che se firmassero non diverranno i colpevoli invece era tutto falso,li hanno raccontato bugie. I miei genitori sono ritornati piu' volte alla stazione di polizia per correggere la situazione ma non potevamo fare piu' niente: ormai hanno gia' firmato...cosi' all'eta' di undici anni mio povero fratello e' diventato ufficialmente un ladro! Com'e' possibile che i "Custodi di legge" a incastrare minorenni senza protettore per guadagnare "punti"?
    D'allora in poi ho perso abbastanza fiducia nei confronti della polizia giapponese...so che non si deve generalizzare mah...mi era stato abbastanza per capire la loro mentalia'. Scusa per lunghissimo post e per eventuali errori in italiano (ce ne saranno un sacco)XD. Complimenti per il blog! totemo omoshiroi desu^^.

    RispondiElimina
  25. Chi san,
    Grazie per il tuoi contributo, diciamo che ha shibuya gli stranieri sono un bersaglio privileggiato. Ma come hai detto tu il modo di lavorare della polizia giapponese non e` proteggere la gente ma fare statistica di arresti.
    Mi dispiace per tuo fratello ne conosco tante di storie simili e` il modo di lavorare della polizia giapponese. I multa velox li mettono tutti su punti in discesa dove quasi tutte le persone non si accorgono dell` aumento di velocita.
    Oppure dopo il semaforo cosi se uno accellera leggeremente per passare con il verde/giallo si cucca una multa.
    Grazie ancora per il tuo contributo

    RispondiElimina
  26. Marco Cipressi3 maggio 2013 11:12

    Ciao mi chiamo Marco e sono un agente della Polizia Locale. Premesso che da noi c'é un po' piú di criminalitá e che i posti di controllo sono fatti non per accumulare dati di cui non frega niente a nessuno ( e che comunque vengono trattati poi secondo le attuali norme della privacy), ma perché c'é un sacco di gente che gira senza patente o senza assicurazione ecc... o vengono fatti in zone dove lo spaccio o altri reati sono in crescita, quindi con lo scopo di allontanare certa gente dalla zona e renderla piú sicura... In giappone mi sa che queste problematiche sono ridotte a casi sporadici .Premetto anche che si ci sono anche da noi gli esaltati ( e prima o poi qualcuno li riempe di botte) ma moltissimi quando ti fermano cercano di essere educati e rispettosi, poi se tu fai l'arrogante, anche io mi metto al tuo livello!. Ora in altri blog sul giappone tutti dicono di temere la polizia perché é quasi al livello di fascismo. Da quanto dici tu peró sembra che in Giappone la loro "operativitá" sa molto limitata e quindi siano forti solo con chi si dimostra debole (e questo é sintomo di qualcosa che non va). Mi potresti dire meglio come funziona la polizia lí in Giappone? Grazie Ciao e e buona fortuna per la ricerca della casa

    RispondiElimina
  27. E` quello che dico io, polizia italian e giapponese hanno due modi diversi di lavorare.
    Comunque hai centrato il punto, sono in generale duri con i deboli e sotto messi con chi gli da filo da torcere. ma il gioco e` pericoloso basta poco per strappare la corda e farli incazzare, se danno di matto ti trascinano in koban e li sono cazzi. Pero per lo straniero c`e` un arma potentissima. Parlare nella propria lingua, cosi non posso prendere appunti da utilizzare. Se ti danno un interprete in inglese rifiutarlo e parlare in dialetto stretto con tutti gli interpreti che parlano italiano.
    Se non hai fatto nulla a un certo punto ti rilasciano. questa cosa non vale per i giappi

    RispondiElimina
  28. è un argomento che mi interessa molto, riesci a linkarmi la normativa?

    RispondiElimina

I commenti sono liberi e senza moderazioni perciò in generali il commento passa in automatico ma potrà essere segato se:
-Spam
-Offensivo o sfondo sessuale
-OT

Si avvisano inoltre gli anonimi che anche a loro è permesso commentare ma in questo blog abbiamo un sistema gerarchico basato sui contributi nei contenuti. Un utente conosciuto e accreditato verrà trattato come un essere umano e avrà diritto a uscite anche antipatiche ma gli utenti nuovi e anonimi sono pregati di leggersi il blog prima di attaccarmi per un singolo post o una piccola serie. Nel caso degli anonimi essendo anonimi saranno considerati sempre dei nuovi arrivati. Il loro stato di anonimato li mette già nella condizione di essere considerati dei Troll. Avranno la loro possibilità di commentare ma nel caso risultino antipatici al sottoscritto verranno presi a pesci in faccia perché anonimi. Quindi suggerimento ai lettori nuovi arrivati, evitate l`anonimato basta un Nick mica altro e fatevi conoscere con dei contributi intelligenti allora le vostre parole saranno prese in considerazione anche quando mi attaccate.