martedì 7 luglio 2009

Il sesso in Giappone

Il Giappone si ha un lato oscuro il sesso.
Tutti conosciamo certe passioni un po estreme dei giapponesi, certo se devo scegliere la passione per ragazze che sembrano scolarette in voga in Giappone e la passione per i trans che e' in voga in Italia scelgo quella giapponese mi sembra più sana.
Come già tutti sanno il Giappone come tutti i paesi civili non permette la prostituzione e tecnicamente a livello legislativo non la tollera.
Ma quale e' la realtà?

In Giappone ricevere servizi sessuali e forse la cosa più facile al mondo, tralasciamo la mia ex passione per il Nampa cioè cacciare le prede nei luoghi pubblici per poi portale a letto perche' ora sono sposato e non me lo posso più permettere rischierei la decapitazione da parte di mia moglie.

Come in molti paesi si puo trovare la prostituta che ti offre il servizio direttamente per strada, queste ultime sono per il 99% straniere, ho visto anche delle Italiane.
Ma l' uomo giapponese non ama questo tipo di servizio cosi rustico, le scelte principali sono due:

- Locali del sesso
- Ragazze a domicilio

I locali del sesso sono illegali gestiti al 100% dalla mafia. Questi locali si fanno chiamare sale massaggi ecc. ma in realtà sono dei bordelli.
Al di fuori si trova di solito la locandina con alcune foto di ragazze e i loro profili.
I profili spiegano i gusti in generale e le prestazioni sessuali che amano in particolare.
Quando uno richiede il servizio ti dicono che non si può fare sesso, la ragazza ti farà massaggi erotici e non di più. Uno paga e viene portato in una stanzina con di solito un materassino o un letto. La ragazza arriva ti fa spogliare, e ti accompagna in una doccia li ti insapona con il corpo poi ti lava una o due volte. Poi insieme ritornate nella stanzina. Li incomincia con servizi manuali e orali, dopo un po ti propone di fare sesso giustamente con un bel sovrapprezzo sotto banco. Il datore lo sa ma con questo sistema si scagiona in caso di arrivo della polizia.
Finita la prestazione uno paga e se ne va.
Conosco molti Italiani che hanno provato questi servizi e non sono rimasti molto soddisfatti primo per l' ambiente e secondo perché spesso le ragazze non sono giapponesi ma filippine, indiane ecc.
Ci sono anche ragazze giapponesi ma quest' ultime non vengono date agli stranieri ma vi spiegherò il perché più tardi.

Questi locali sono in bella vista e ne ho visto uno subito adiacente a un Koban ossia posto di polizia. Negli ultimi tempi molti locali sono gestiti da nord africani e nigeriani ma poverini non hanno il diritto di delinquere che hanno i cittadini giapponesi.
Nel 90% dei casi le retate della polizia colpiscono locali gestiti da stranieri, quelli gestiti da giapponesi e in particolare dalla mafia non li tocca nessuno. Molti pensano che queste retate verso le attività di stranieri siano pilotate dalla Mafia stessa.
Nei pochi casi in cui la polizia colpisce un locale gestito da giapponesi il caso si conclude con una bella multa per il gestore e la prigione e l' espulsione per le ragazze straniere.

Le Deli-girl ossia ragazze a domicilio
questo e' il prodotto preferito dai Giapponesi.

Ecco un sito di ragazze a domicilio:
Clicca qui
(non provate a ordinarvene una primo perché lo staff parla solo giapponese secondo perché appena capiranno che siete stranieri vi rifiuteranno il servizio ma a Tokyo ci sono delle agenzie che accettano clienti stranieri ma non di colore)

Le deligirl hanno vari vantaggi, primo sono giovanissime se ne posso avere dai 19 anni in su secondo sono meno usate di quelle dei locali perché hanno un lavoro meno promiscuo.
Il cliente visita il sito e clicca sul calendario per vedere le ragazze disponibile nella data in cui vuole avere il servizio:


Oppure se non ha urgenza puo sempre sfogliare la lista delle ragazze per prenotarne una a tempo debito:

Uno chiama l' agenzia osceglie la ragazza dal sito nelle fasce di orari in cui quest' ultima e' disponibile.


Prima di scegliere il cliente puo visionare il profilo della ragazza:


Nel profilo trovera una sezione con l' eta, il nome che non e' quello reale e alcune foto:


Poi vi e' una sezione che elenca le prestazioni sessuali preferite (attenzione scrivono preferite perche la prostituzione e' illegale e questo e' un servizio di massagi a domicilio) non vi traduco la lista ma noterete il 69 chi vuole ne capisca il significato:


Poi vi e' anche una sezione dei servizi opzionali per esempio cosplay o didlo:


Scelta la ragazza il cliente sceglie la locazione di solito un love hotel già nella lista del sito di ragazze. Infatti vi sono delle mappe collegate a Google per cercare l' hotel piu conveniente.

Alla fine uno sceglie il piano di servizio:

La tariffa che varia a seconda del tempo, 30min- 45min -60min -90min -120min o tutta la notte.
I prezzi variano da agenzia a agenzia ma generalmente una ragazza giovane prosperosa e attraente costa circa 15000yen per 45min circa 110 euro.
Sul sito se cercate troverete la sezione sconti e membership, vi sono spesso campagne per incentivare i clienti all' uso del servizio.

L' agenzia riconferma tutti i dati, il cliente raggiunge l' hotel e in seguito l' agenzia lo richiama 10 minuti prima per chiedervi il numero della camera, poi la ragazza arriva e vi raggiunge direttamente in camera, piglia i soldi e avvisa via telefonino il Driver che avete pagato.
Da qui inizia la prestazione, la ragazza vi fa il bagnetto e poi potete fare tutte le zozzerie che volete.

Ripeto non provate a contattare i siti che ho elencato per il vostro prossimo viaggio in Giappone le ragazze non ve le forniscono.

Ora tralasciando le ragazze straniere che sono qui a fare questo lavoro per ragioni simili alle straniere che sono costrette a prostituirsi in Italia vediamo chi sono le ragazze giapponesi.

Posso essere:
-Disoccupate che vogliono il guadagno facile
-Studentesse universitarie
-Impiegate che arrotondano con un lavoretto serale

Nel sito indicato vi e' la sezione recruitment ma non ve la spiego per non incentivare l' afflusso di ragazze italiane.

Analizziamo la classe più ampia quella delle studentesse universitarie, sono ragazze giovani e attraenti che sono arrivate dalle campagne o da città più piccole per studiare a Tokyo.
Sono sole, ingenue ma attratte dal denaro come molte giapponesi divora firme.
Queste ragazzine di solito iniziano a lavorare in qualche Kyabakura dei locali che fornisco ragazze super attraenti vestite in modo lussuoso ai cari salary man giapponesi. Queste ragazze non fanno altro che ridere a ogni cretinata che dice il cliente e a spingerlo a bere bere bere e spendere vagonate di soldi fino a 5000euro per una serata (il record nazionale e' di 100mila euro). Il sesso non e' contemplato e i guadagni sono buoni.
Ma queste ragazze ricevono bei vestiti, costose acconciature dal loro datore di lavoro, in alcuni casi questo tipo di mansioni non sfocia in lavori più abbietti ma semplicemente nello spappolamento del fegato per troppi alcolici.
Ma in molti casi il datore di lavoro e' uno Yakuza che spinge piano piano la ragazza a passare a lavori più remunerativi, se poi la ragazza non e' cosi stupida da passare alla prostituzione di sua volonta la ditta presenta il conto per il vestiario ecc. per cui alcune ragazze per non dire moltissime scelgono di ripagare i debiti aggregandosi all' esercito di prostitute a domicilio.
Iniziato questo lavoro lo trova altamente remunerativo e non molto impegnativo.
Andare in belle camere di Hotel, fare sesso (cosa che piace a tutti uomini e donne) non diventa poi molto difficile magari con l' aiuto di qualche droga non ti senti un schifo.
Anche qui gira roba ma ne parlerò in futuro.
Io penso a quanto sia triste per la famiglia ma i poverini a casa non lo sanno e forse non lo sapranno mai, anche perché la famiglia giapponese non e' molto legata come quella italiana.

Il numero di questi locali e agenzie e' enorme, se uno visita un Love hotel sa benissimo che sono pieni a tutte le ore.
Tenendo conto delle centinaia di Love hotel presenti in ogni città.
Tenendo conto che un uomo non va con una prostituta tutti i giorni.
Tenendo conto che durante l' orario lavorativo certamente uno non va in hotel con la moglie quella ti aspetta a casa.

Una qualunque persona anche non residente puoi rendersi conto della mole di clienti e prostitute che ci sono in Giappone.
Non voglio generalizzare ma per mia esperienza personale ho visto le categorie più impensabili di donne fare questo lavoro.
Non sono un ex cliente ma conosco la situazione per esperienze personali che non sto a spiegare qui.
Molti giapponesi tendono a minimizzare il fenomeno ma secondo le statistiche della polizia parliamo 1/10 ragazzine che hanno fatto questi lavoretti.

Certo l' Italia ha molti altri problemi, certamente una parte di queste ragazze lo fa per scelta ma se devo paragonare la quantità di prostitute disponibili in Giappone direi che questo
paese batte alla grande il numero che si può trovare in Italia.

Uno pensa ma il Giappone non era il paese della legalità' perché questi business sono tutti alla luce del sole?

Ora vi e' un nuovo sistema per ovviare alle rogne che si posso incontrare a gestire questo business i Deai-cafe cioè caffè per incontri sono delle normalissime caffetterie molto carine ove le ragazze procacciano i clienti, il proprietario in caso di retata nega ogni coinvolgimento con il business delle ragazze.
Ecco due esempi:
Uno più esplicito
Uno meno esplicito

Per concludere vorrei puntualizzare alcune cose sul discorso "no clienti stranieri", si ci sono alcune agenzie che affittano le ragazze agli stranieri ma sono molto rare.
I motivi sono vari, primo nella testa dei Giapponesi l' AIDS e' una malattia portata dallo straniero e se la clientela giapponese scoprisse che le ragazze hanno rapporti anche con gli stranieri il business finirebbe subito.

Le poche aziende che affittano a stranieri rifiutano tassativamente i clienti di colore. Perché?
per tre ragioni principali:
1) leggendarie dimensioni delle persone di colore, non vogliono che la merce sia danneggiata.
2) Possibilità di perdere lo staff per possibili defezioni verso un azienda gestita da stranieri.
3) Maggiore idea negativa associata a neri e AIDS.
4) Casi di violenza verso le clienti da parte di alcuni ragazzi di colore.

Lo so questa lista e' un paccottiglia di stereotipi razzisti ma di fatto in piccole percentuali ogni punto e' vero rendiamoci conto che il business e' gestito da mafiosi, che oltre a essere dei criminali sono anche estremisti di destra nazionalisti. Che pretendete da loro?

71 commenti:

  1. Bel post su quark non credo avrebbero mai dato queste informazioni sull'altro lato della cultura giapponese. Ti aggiungo ai preferiti immediatamente:-)

    RispondiElimina
  2. Grazie Zanzara cio che miro a fare in questo blog e mostrare dei lati sconosciuti del Giappone.

    RispondiElimina
  3. Che i giapponesi, non solo quelli mafiosi, fossero razzisti non è un segreto.

    Comunque non sottovalutare la troiaggine delle ragazzine italiane... Ci sono certi locali, qui (a conoscerli), dove trovi ragazzine più o meno maggiorenni che, per un paio di Nike, si fanno "cliccare" dapertutto.

    Ottimo post come sempre!

    RispondiElimina
  4. Ciao Anonimo,
    Grazie per il complimento.
    Per tutti gli anonimi in ascolto, siete pregati di firmarvi anche con un Nick o una sigla cosi vi riconosco nei commenti successivi.

    sul discorso razzismo ne ho da raccontare ma tendo a specificare che vi e' meno razzismo di quello che si pensi. Sono un po leggende propinate dai nostri scrittori o giornalisti.
    Per esperienza personale sperimentato il razzismo qui in Giappone e il razzismo verso le mie ex in Italia. Senza offesa in Italia e molto piu razzista, in Giappone vi e' molto piu diffidenza ma razzismo meno che in Italia.
    Ma faro un post anche su quello e il Giappone ne uscira malconcio ma mai come l' Italia. Forse prima faro un post sui permessi di soggiorno comparando i due paesi e mi dispiace l' Italia ne esce pesta.

    RispondiElimina
  5. Grazie Giardigno.
    Direi che la cosa piu interessante e' il discorso sconti e campain.

    RispondiElimina
  6. Ciao Luca!!! Avrei voluto mandarti un'e-mail ma non ho trovato il tuo indirizzo...
    Comunque piacere mi chiamo Giovanni e volevo farti i complimenti per il tuo blog che è molto interessante!(In particolare quest'ultimo intervento :-P)
    Io studio Giapponese all'università ma da metà settembre andrò in Giappone a studiare a Kyoto per un anno!
    Magari visto che Osaka è molto vicina mi farebbe piacere conoscerti di persona, penso che potresti darmi molti consigli utili riguardo la vita in Giappone :-)

    RispondiElimina
  7. Sapevo della prostituzine in Giappone, avendo girato per i quartieri (e non solo quelli a luci rosse) ho visto centinaia di locandine di ragazze, più o meno espilicite.
    Sentirne parlare in maniera così dettagliata però è molto interessante, per quanto squallido..^^;

    Falketta

    RispondiElimina
  8. Ciao Giovanni,
    Grazie per il complimento.
    Mandami una mail su lucahimeji@yahoo.it
    E' un email secondaria che uso per i primi contatti.

    RispondiElimina
  9. Ciao Falketta,
    Non sono andato in profondita in un futuro faro' un secondo post sull' argomento.
    E' gia lungo cosi aspettiamo un po.
    Come Falketta non ne hai mai ordinata una? le passano anche alle donne non lo sapevi. Scherzo!! nel senso che non sei il tipo da affitarne una.

    RispondiElimina
  10. Complimenti per il post, sintetico ed efficace.
    Hai cominciato a scoperchiare la pentola di cio' che non si dovrebbe sapere.

    Per buttarla sul ridere mi ricordo che c'era tanti anni fa il sito di una tale "St. Kosupure gakuen" (o qualcosa di trash a quel livello)dove oltre ai "servizi" e al cospa offrivano anche il noleggio di Ps2, dreamcast e nintendo 64 ........ quando si dice potenza del marketing mirato agli otaku.

    [idiot mode off]

    Molti esercizi dediti all'intrattenimento o alla "cura della persona" sono palesemente nell'illecito, tipo Umeda che verso le 7 di sera che si riempie di cartelli con le immagini di dolci signorine poco vestite e relativo tariffario... non ci vuole il nobel per capire come vanno le cose.
    La polizia lo sa perfettamente (mica sono ciechi/lobotomizzati), ma ignora la cosa con due belle fette di salame sugli occhi.

    Qui faccio 3 illazioni:
    1) ci sono forti incentivi economici per la polizia che non vede il business malavitoso (corruzione)
    2) la malavita da forti incentivi di ordine pubblico, tipo "tu (polizia) mi dai l'impunita' e noi teniamo a freno i delinquenti nel quartere"
    3) combinazione di 1+2

    Mi puoi illuminare?

    Immagino che continuerai affrontando anche l'enjo kosai e tutto l'underground connesso...

    Per dirtene una che magari ti passa inosservata e che denota un certo approccio nipponico di nascondere i problemi sotto al tappeto e salvare la faccia:
    sapevi che ci sono siti web giapponesi di dubbio contenuto che sono accessibili solo da ip nipponici?

    Adesso stacco che dovrei anche lavorare....altrimenti mi tocca venire in giappone a prostituirmi =P

    Ciao e continua cosi'.

    PS quando parli di "nigeriani" e' per connotare le persone di colore (afroamericani?) oppure perche' veramente vengono in Giappone dal nord africa??

    RispondiElimina
  11. Guarda, visto che faccio cosplay al massimo dovrei essere io a farmi affittare, ho già i costumi! ;P
    (della serie, già si sparla tantissimo del cosplay=prostituzione, almeno io che ci sono dentro cerco di scherzarci sopra...)

    Falketta

    RispondiElimina
  12. Scusa Luca, sarò anonimo solo per un po' ;-)

    Comunque il mio "razzismo" era inteso come diffidenza, se vuoi. Non ho difficoltà ad ammettere che l'Italia stia subendo una deriva razzista molto spiacevole, che mette i bastoni fra le ruote soprattutto agli extracomunitari (dagli svizzeri ai maghrebini, dai giapponesi ai messicani) onesti per favorire il contrabbando mafioso.

    In Giappone ho visto, come dici tu, diffidenza, un sacco di stereotipi sui gai-jin (es. quella delle stagioni, sono convinti ad essere gli unici ad avere quattro stagioni), un senso di superiorità (vedi storia recente, negazionismo su Nanchino ecc) che si scontra però con il colonialismo culturale americano. Alla fine, va bene gai-jin, basta che non sia coreano o cinese. Questo è quello che ho provato, ma sicuramente tu saprai approfondire meglio la tematica. Resto in ascolto.

    Anonimo a termine

    RispondiElimina
  13. Secondo me l'Italia è meno razzista di quanto la stampa di parte voglia far credere. Io abito a Verona, una delle città più leghiste e di destra del Paese, eppure il tasso di immigrati presenti sia in città che in provincia, da quelli in regola (kebabbari e operai) ai peggiori (spacciatori, papponi e clandestini vari da strada) è altissimo, siamo quasi a livello di Milano e Roma... In Giappone non esistono tutti questi immigrati, garantito. Ho visitato Tokyo, Kyoto e Osaka, e non c'è paragone con le nostre città in fatto di immigrati...
    A Verona c'è un quartiere, a 2 passi dal centro, abitato solo da extracomunitari, e non sono tutti gestori di kebab, non so se mi spiego... Quindi non diciamo che in Giappone sono meno razzisti di noi, è davvero ridicolo.
    Per il resto complimenti per il tuo blog, davvero interessante.
    TyUan

    RispondiElimina
  14. il quartiere a luci rosse di Namba è davvero enorme !!!! Da perdersi !

    RispondiElimina
  15. Nella mia cassetta della posta (abito a Kyoto) un giorno ho trovato un volantino molto più che esplicito con tanto di tariffario, foto particolareggiate dei servizi prestati e informazioni sul recruit. Le tariffe erano abbastanza alte...ci ho quasi fatto un pensierino!!!!:p

    RispondiElimina
  16. Mwaahahahaha... bel sito.. sono più "filtrate" di berluskoni quelle lì :D
    Adesso ho capito dove ha imparato il trucco il "Berchan" !!! sta a vedere che da giovane, tra una crociera e l'altra, per arrotondare.... ;P
    Naturalmente (tanto per cambiare) non sono d'accordo sul fatto che un paese "civile" sanzioni la prostituzione; e i risultati, come con qualsiasi altro tipo di proibizionismo statale sembrano darmi ragione: Fallimento su tutta la linea, corruzione, apertura di corridoi privilegiati alla malavita che, presto o tardi, non mancherà di "allargare la breccia"... sommersione totale del fenomeno con poca o nulla tutela per gli operatori del settore.... storia vecchia, insomma...
    poi il fatto del "come" una persona si avvicini alla professione è naturalmente un altro discorso, ma non credo che sia troppo giusto paragonare i diversi aspetti della cosa, soprattutto vissuti da due differenti piani culturali nei confronti della sessualità come possono essere appunto il Giappone e il "cattostivale"...
    razzismo.... boh... bisognerebbe approfondire senza troppi preconcetti e soprattutto partendo da una base comune sul significato della parola, cosa che, regolarmente, non succede mai. Ma non credo sia il posto più adatto per parlarne nè a livello di singola esperienza nè generalizzando al massimo confrontando i diversi atteggiamenti nazionali.

    RispondiElimina
  17. Ciao Luca,

    la sera attaccano ancora i bigliettini con gli indirizzi delle prostitute nelle cabine telefoniche?

    Mi ricordo che qualche anno fa la sera le tappezzavano ... poi la mattina spariva tutto :-)

    Inoltre, io sapevo che molte di quelle ragazze non sono giapponesi, ma "orientali" (cinesi, coreane etc)

    RispondiElimina
  18. Questo è un Topone di Osaka (ottima cucina cino-nipponica). Lo conosci?

    http://bit.ly/en2Ku

    RispondiElimina
  19. Grande Luca!!ottimo blog,semplice,sintetico e diretto!altro che guida mondadori/lonelyplanet!Fai bene a dare ai curiosi qualche pillola di vera vita giapponese.Mi togli una curiosità?Il nampa ti riusciva così bene anche in italia?giusto per capire se,come si dice ci sia qualche predilezione per il gaijin italiano in nippon.Io ho avuto questa impressione le volte che son stato lì..grassie e continua con i post.quello della tua esperienza lavorativa con il quadretto del kacho che ti da' i ceffoni è spettacolare!roba da farci una puntata del vecchio miracletype con i comici tanaka e endo.David

    RispondiElimina
  20. dimenticavo,certo che i Kyabakura fallirebbero in 2 giorni in italia,ti pare,a bere qualcosa spendendo e spandendo con una ragazza che ti ascolta e basta e tutti penserebbero pure che sei andato a putt!il kyabakura è davvero troppo jap!David..

    RispondiElimina
  21. Ciao Mamoru,

    Ne ho di pentoloni anche a pressione da scoperchiare.
    I servizi accessori posso essere incredibili,
    nella ricerca ho trovato anche dei siti che forniscono ragazze di solo 40 anni. Oppure ragazze grasse. ecc

    Sul discorso della polizia la ragione e' semplicissima.
    Lo sanno e lasciano correre perche?
    Chiudi tutte ste attivita illegali ma con facciata legale poi chi le paga le tasse?
    Senza dimenticate che miglia di persone ci lavorano percio eliminarle vorrebbe dire creare disoccupazione.
    Ma sull' argomento un giorno andro in profondita.

    Sull enjo kosai non mi sento ancora pronto, non ho ancora avuto possibilita di indagare in profondita' ma proprio la settimana scorsa un programma tv beccato una 13enne che lo faceva.

    Il discorso di nascondere i problemi sotto un tappeto e' una specializzazione del Giappone, ma ammettiamolo lo sanno fare benissimo, l' Italia dovrebbe andare a scuola dal Giappone visto che sputtaniamo ogni settimana.

    Per nigeriani intendo Nigeriani ce ne sono moltissimi, poi ci sono i senegalesi e un po di gente dal Ghana.

    RispondiElimina
  22. Lo so falketta molti associano la cosa, io sono dell' opinione che sia un forma di carnevale giapponese, l' importante e non sfociare in ossessioni maniacali.

    RispondiElimina
  23. Anonimo dall' identita ectoplasmica ho capito aspetto il tuo ritorno in forma umana.

    Sul discorso razzismo italia e Giappone sto preparando una serie di post per arrivare a un discorso conclusivo completo.

    Capirai prestissimo la cosa in modo profondo.
    Penso di esse la persona adatta visto il mio storico di ex giapponesi in Italia conosco molto bene le due realta.

    Stay tunned

    RispondiElimina
  24. Ciao Tyuan,
    Io sono un Padovano e conosco bene la situazione se poi aggiungi che sono molto destroide ti potra soprendere la mia opinione verso la nostra Italia.
    Ma parlo per esperienze personali dirette aspetta i post relativi e capirai.

    CIaoooooo

    RispondiElimina
  25. Per l' anonimo. Si il quartiere di namba e' enorme ma mai come shinjuku.

    RispondiElimina
  26. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  27. Ciao Beatrice,
    Contattami su lucahimeji@yahoo.it
    Ho un lavoro per te (scherzo)
    contattami perche il 19luglio facciamo una pizzata a Kobe vuoi venire?

    RispondiElimina
  28. Comunque beatrice nel mio vecchio appartamente ne ricevevo a centinaia di quei deplian.

    RispondiElimina
  29. Gatto non ti preoccupare sul discorso legale e sanzioni della cosa faro un post che spieghera i pro e i contro della cosa.
    Sul discorso razzismo idem sto preparando una serie di post che progressivamente permetteranno a tutti di conoscere le due realta e decidere.

    RispondiElimina
  30. Per anonimo,
    I bigliettini sono ormai difficili da trovare ma si trovano ancora in alcune zone.
    Ormai con internet tutto e' piu facile.

    Le deli sono quasi tutte giapponesi ma i giapponesi non vogliono ammetterlo, le cinesi ecc le trovi nei locali e per strada come le classiche prostitute.

    RispondiElimina
  31. Gatto dimenticavo si le foto sono ritoccate ma le gnocce da sturbo ci sono generalmente sui siti seri(se seri si puo dire) la qualita rispetta il prodotto presentato niente fregature.
    Speriamo che il Berchan non legga il post se no viene qui ogni due giorni.

    RispondiElimina
  32. Ciao David,
    Posso rispondere ma non sorpenderti se poi il commento sparisce la moglie legge di frequente cio che scrivo.
    Diciamo che in Giappone ho trovato la corno copia.

    RispondiElimina
  33. David il kyabakura e' forse la cosa che non capiro mai non capisco perche uomini o donne spendano cifre mostruose solo per ridacchiare con l' altro sesso.
    P.s.
    So di un Italiano che lavora in un Host club a tokyo

    RispondiElimina
  34. Grange luca,tua moglie ti fa' da moderatore!Aggiungici in futuro qualche post sulla vita e le relazioni negli uffici jap!

    David

    RispondiElimina
  35. David non posso parlare dei rapporti in ufficio, qui vige una regolamento ferreo se guardo una donna in ufficio per piu di 10 secondi scatta la molestia sessuale.
    Lei mi molesta ahahaha

    RispondiElimina
  36. Che post dettagliato :O
    Mi pare un film già visto O_o..... a sì: Strawberry Shortcakes

    RispondiElimina
  37. Strawberry Shortcakes??
    Non lo conosco lo noleggiero questo weekend.

    RispondiElimina
  38. E riguardo le clienti donne?
    Esiste la prostituzione maschile in Giappone?
    Complimenti, bel blog.

    RispondiElimina
  39. Mi dispiace Max ma in questo non differisce dagli altri paesi, si ci sono gli host che ridacchiano e bevono con le donne.
    Ma scusa una donna se leggermente decente quanto tempo ci mette a trovare un uomo che gli da una ripassata?
    Scusate femministe per la frase ma ragioniamo dai quanti allupati ci sono? io penso che se una donna dice chi mi tromba subito?
    Almeno che non sia vanna marchi si forma la fila.

    Siamo noi uomini che cerchiamo il servizio sessuale a pagamento, le donne non hanno questo problema.

    RispondiElimina
  40. Da Italicus;

    Ciao,Luca! Hai messo in esposizione i volantini meno spinti ,infatti,a prima vista mi sembravano che fossero quei poster-adesivo che sono affissi alle macchinette per fare le fotografie,quelle dove le ragazzine passano ore dietro le tendine,facendosi fotografie e poi creando quelle storie dei fantasmi(che appaiono da chissà dove) o dei maniaci(strano!) che non si sa perché sono sempre lì in agguato.Dai! Avresti potuto mettere quelli più stuzzicanti,dove ci sono i simboli dei vari "servizi",della tipologia di; analuense(calco su amanuense), oraluense(calco su amanuense),visuense(calco su amanuense),...
    Ho capito! Ci voglio io per ravvivare la situazione! Scherzo!

    RispondiElimina
  41. Italicus non posso utlizzare contenuti piu espliciti primo la marescialla vigila sul sito, non ti dico quanto ha rotto per questo post.
    Le informazioni ci sono sul secondo screen shot, orale anale ecc sono li in bella vista,
    e anche i servizi opzionali.
    Ho evitato i volantini perche tecnicamento sono un sistema sotto bosco, mentre i siti sono li in bella vista.
    Inoltre blogger (questo servizio di blog) vieta contenuti troppo pornografici.

    RispondiElimina
  42. Da Italicus ;
    Peccato!
    La marescialla chi sarebbe?
    ...............................
    Ti è arrivato il mio messaggio,quello che ti ho spedito al tuo indirizzo yahoo.it?

    RispondiElimina
  43. La marescialla e' la mogliettina giapponese.
    Si il mex mi e' arrivato l' ho notato solo adesso e ti sto rispondendo.

    RispondiElimina
  44. Da Italicus;

    Ah! Ho capito! La mia,di marescialla,invece, è senza spalline,ovvero,mi lascia fare.
    Ma sì.è meglio non tirare troppo la corda con "le Forze dell'Ordine",pena, "congelamento beni".

    Buona giornata!

    RispondiElimina
  45. Italicus, hai capito il problema, la mia mi lascia fare ma a volte devo battagliare, ma se voglia mangiare e pascolare non devo litigare.
    Se faccio un litigone pero non passo da coglione perche sono un campione. Sono in vena di rime.
    Diciamo che vinco sempre ma giustamente devo scegliere le battaglie da combattere, con le mogli a volte serve la carota a volte il bastone nel caso dei post preferisco usare una carota ci sono battaglie piu importanti da combattere.

    RispondiElimina
  46. Da Italicus;
    Come ti capisco! Io,con la prima avevo usato la carota,un boccone,e mi sono trovato senza mano.Ora si viaggia ,con la nuova mogliettina,a carotine novelle,sul piattino,ognuno prenda la sua.
    Buone cose e tanta prosperità a voi due!

    RispondiElimina
  47. Io consiglio di sfilacciarle con la gratugia le carotine passare uno sfilaccio alla volta.
    Anche le carotine novelle sono pericolose dopo iniziano a mangiarne a manciate e alla fine si mangiano anche il piattino, ricordati di usare solo i piattini di plastica da picnic e riutilizzali finche sono puliti.

    RispondiElimina
  48. Mi risulta che per le giapponesi, il sesso non è amore, ma è acquisire dal patner positiità interiore.
    Ciò ne consegue che la fedeltà non sanno cosa sia;
    Consigliabile in tal caso non sposare giapponese.
    Michele

    RispondiElimina
  49. Michele scusami ma questa e' strana chi te la raccontata?
    Fidati ci sono donne che sono fedeli e altre no come in tutti paesi del mondo.
    Dipende dalla famiglia e' che cosa ha trasmesso alla figlia come immagine d'amore.
    Molte famiglie giapponesi sono nate e esistono solo per convenienza e cio produce una persona che non sa cosa sia il sano amore.
    Se in famiglia si amano, la persona sapra amare.
    Ma molti si sposano per convenienza

    RispondiElimina
  50. e per "cuccare" normalmente senza andare a finire sulla prostituzione come si fa?

    RispondiElimina
  51. Ciao Anomimo, forse un giorno faro un articolo sulla cosa del cuccare ma perche dovrei rovinarmi il mercato?
    Comunque sei italiano non serve altro che enfatizzare i luoghi comuni su di noi...
    :-)

    RispondiElimina
  52. Ciao, questo post è davvero fenomenale ahahah
    In effetti sapevo che in Giappone esistono un po' due volti quello perbenista e perfetto (o meglio che si vuole far vedere agli altri che è perfetto) e quello reale (che direi molto più simile al concetto "tutto il mondo è paese")... questo post è un po' la conferma eheh i Giapponesi sono un popolo strano ma forse anche noi lo siamo per loro ahaha
    Cmq davvero tutto molto interessante, avendo una discreta cultura in fatto di manga (ahahah) mi chiedevo fino a che punto rispecchiassero la vita reale :D
    Ancora complimenti per il blog e mi raccomando non fartelo censurare troppo ... fino a prova contraria esiste la libertà di "scrittura" ahaha
    Ciao ^___^

    RispondiElimina
  53. Xgiulietta
    Il giappone forse e' il paese dove le maschere sono piu importanti, molti hanno una vita doppia.;-)

    RispondiElimina
  54. Sarebbe interessante conoscere il profilo del cliente abituale.

    RispondiElimina
  55. "Fidati ci sono donne che sono fedeli e altre no come in tutti paesi del mondo.
    Dipende dalla famiglia e' che cosa ha trasmesso alla figlia come immagine d'amore.
    Molte famiglie giapponesi sono nate e esistono solo per convenienza e cio produce una persona che non sa cosa sia il sano amore.
    Se in famiglia si amano, la persona sapra amare.
    Ma molti si sposano per convenienza"

    Questo passo chiarisce molte cose: mostra tutto come un virus che si rigenera continuamente.

    RispondiElimina
  56. Giuseppe il cliente abituale:
    -Maschio
    -Giapponese
    ;-)

    RispondiElimina
  57. Ciao Luca! ho letto il tuo articolo lo trovo molto dettagliato ed interessante! ;D
    Però vorrei chiederti una cosa: dappertutto su internet si parla delle ragazze giapponesi, se sono "facili", infedeli...ma io mi chiedo: ma i ragazzi giapponesi come sono? stando a quanto scritto sopra, se le ragazze sono così, stento a pensare che esistano ragazzi fedeli e affidabili...tu mi sapresti dire la tua su di loro?
    grrrrrazie in anticipo!!! :DDD

    RispondiElimina
  58. Ottimo articolo. Comunque, mi sa che non hai girato abbastanza l'Italia al riguardo.. ti assicuro che e' molto peggio.

    Altro che deai-cafe ;)

    ho girato molto l'italia... in borghese...

    RispondiElimina
  59. cazzooo luca sei il mio idolo!!!!
    dopo tante ricerche su internet, tu mi hai fornito una parte del giappone e delle giapponesi che ho sempre voluto sapere!!
    Grazie!

    RispondiElimina
  60. Ciao Luca, sei fenomenale, grazie per i tuoi "squarci" di nippovita vissuta! Continua così!

    PS: Ti segnalo 4 paesi molto + civili del nostro dove la prostituzione è legale : (in ordine alfabetico) Austria,Germania,Olanda,Svizzera
    DEWA MATA Bello!

    PPS: Ma com'è che quando visualizzo la tua dolce metà penso sempre a Yoko Ono? ;^) dai, si fa per ridere...

    RispondiElimina
  61. Rileggo questo post a distanza di anni. La descrizione puo' abbracciare l'ampio panorama del sesso (a pagamento) in Giappone e rende un quadro completo delle varie sfaccettature che puo' assumere per i Giapponesi. Tuttavia, se pensiamo ad Osaka, la descrizione non corrisponde se si prende in considerazione il noto quartiere di Tobita-shinchi. Forse e' piu' calzante se accostata a cio' che si puo' trovare a Shinodayama-shinchi e vagamente a quello che e' nascosto tra le traverse di Soemon-cho. Ormai almeno un terzo degli "esercenti" tendono ad accettare gli stranieri, di qualunque provenienza, purche' si presentino in maniera cortese.

    RispondiElimina
  62. Questo post mi ha illuminato, un po' come tutto il tuo blog.

    RispondiElimina
  63. Ciao Luca, post spettacolare...devo fare piano nel commentare perchè il mio "sergente Garcia" è nei paraggi :-))
    Quoto un vecchio commento di "Gatto Rognoso" (Luglio 2009) in cui parla della prostituzione legale o no...io sono uno di quelli che la legalizzerebbe subito, riaprirebbe i lucchetti delle case chiuse e, come in molti stati e città anni luce più avanti della nostra italia, creerebbe dei quartieri appositi...tutto a beneficio della legalità, delle tasse pagate, della pulizia e dei controlli sanitari.

    Per quanto riguarda il discorso razzismo, bisogna rendersi conto che in realtà in Italia c'è razzismo in ogni dove...il problema però non è il razzismo italiano verso gli stranieri (dato che è risaputo, ma nessuno lo ammette, il popolo italiano è forse uno dei più bigotti al mondo...secondo solo forse agli stati uniti), ma il razzismo degli immigrati (legali e non) verso gli italiani e il razzismo del governo verso il suo stesso popolo...non mi metto a fare esempi altrimenti sto qui 2 giorni a scrivere...magari se ne parlerà più avanti.
    Il razzismo italiano c'è, per carità, ma è sparso un po' a macchia di leopardo su tutto il territorio nazionale ed è forse meno grave di quanto i media vogliano farci credere.

    Ritornando al discorso del "pucciare il biscotto a pagamento" ciò che mi affascina e diverte allo stesso tempo è la favolosa varietà delle voglie-perversioni del popolo del sol levante, ma anche della loro capacità di convincersi e convincerti che non è vero nulla o che non esiste nulla.
    Domanda : E' vero che quelle simpatiche signorine, poco prima di fumarsi il sigaro baffuto, utilizzano uno spray orale tipo Norton antivirus che, in caso di presenza di "qualcosa che non quadra" oltre a far suonare l'allarme tipo pericolo tsunami procura anche irritazione/dolore al malcapitato ?

    I negozi della biancheria intima usata poi, sono qualcosa di eccezionale...esistono anche i distributori automatici ? ...dato che in giapp ce ne sono a milioni e di ogni tipo immagino ce ne siano anche pe rla biancheria; ne ho visto in rete uno che distribuisce le SMART....si potrebbe aprire un bel post a riguardo, sempre che non sia già stato fatto.

    Ivo_C

    RispondiElimina
  64. ferracchiato maurizio30 luglio 2012 19:17

    Per quello che ne so anche noi bianchi Caucasici gli roviniamo la "merce" ...rispetto al maschio Giappo noi abbiamo quel qualcosa in più ( e tanti di noi farebbero impallidire un mandingo nero).

    RispondiElimina
  65. ferracchiato maurizio30 luglio 2012 19:31

    Comunque il discorso Razzismo non riesco a legarlo a loro---sarà che il razzista ad hoc è bianco e possibilmente biondo con occhi chiari ( la fissa dei Nazisti Germanici), anzi che sappia durante la seconda guerra Mondiale sono stati i Giapponesi vittime del Razzismo Statunitense-quindi Occidentale
    ( ci sono poster dell'epoca in cui vengono ritratti mentre beccano calci in culo da stivali con lo stampo U.S.A e loro sono piccoli ,gialli e deformi).

    RispondiElimina
  66. ciao luca vorrei tanto scambiare due chiacchere in privato

    RispondiElimina
  67. Virtude EtCanoscenza13 aprile 2013 12:10

    ottimo ottimo articolo, detto da un'articolista di professione :)

    RispondiElimina
  68. Valentina Fabbricatore26 maggio 2013 23:05

    Parliamo di cose pratiche come i soldi facili. Ho 25 anni, sono troppo vecchia per fare la Deli Girl?

    RispondiElimina
  69. No si puo fare a qualunque eta. Ci sono agenzie di tutti i tipi, quelle che forniscono anche vecchiette di 60-70 anni.
    Il record della pazzia era una ditta che ti mandava una ragazza e in borsa aveva un bicchiere da champagne. Il bicchiere non serviva per lo champagne ma per qualcosa altro

    RispondiElimina

I commenti sono liberi e senza moderazioni perciò in generali il commento passa in automatico ma potrà essere segato se:
-Spam
-Offensivo o sfondo sessuale
-OT

Si avvisano inoltre gli anonimi che anche a loro è permesso commentare ma in questo blog abbiamo un sistema gerarchico basato sui contributi nei contenuti. Un utente conosciuto e accreditato verrà trattato come un essere umano e avrà diritto a uscite anche antipatiche ma gli utenti nuovi e anonimi sono pregati di leggersi il blog prima di attaccarmi per un singolo post o una piccola serie. Nel caso degli anonimi essendo anonimi saranno considerati sempre dei nuovi arrivati. Il loro stato di anonimato li mette già nella condizione di essere considerati dei Troll. Avranno la loro possibilità di commentare ma nel caso risultino antipatici al sottoscritto verranno presi a pesci in faccia perché anonimi. Quindi suggerimento ai lettori nuovi arrivati, evitate l`anonimato basta un Nick mica altro e fatevi conoscere con dei contributi intelligenti allora le vostre parole saranno prese in considerazione anche quando mi attaccate.