martedì 19 ottobre 2010

Spacciatrice Giapponese

In questi giorni sono successe cose molti interessati.
Ma questa mi ha lasciato a bocca aperta:
http://bologna.repubblica.it/cronaca/2010/10/16/news/sgominata_la_spa_giapponese_dello_spaccio-8109039/

Una coppia di giapponesi girovagava per i vari Rave europei spacciando un campionario di roba molto fornito.
Questi ultimi sono finiti nel mirino degli inquirenti dopo la morte di un ragazzino nel bolognese.

In poche parole da quello che si capisce i due si spostavano per l` Europa come venditori ambulanti di droga sfruttando la loro isospettabilita di turisti giapponesi.

Mi si smonta una altro mito, quello dei giapponesi che almeno quando vanno all` estero non ci vanno per fare crimini ma per studiare o lavorare. Questo mi fa pensare alle centinaia di casi di ragazze giapponesi in viaggio studio che per esempio negli Stati Uniti sono finite in carcere perché magari il fidanzatino russo aveva nascosto due chili di droga nel divano. Saranno veramente delle vittime o la raccontano perché tanto qui nel sol levante la gente non può crede un giapponese possa fare le stesse porcate di un qualunque altro cittadino del mondo?

Bisogna dire che una notizia cosi atipica (penso che non si fosse mai sentita una storia simile) sta passando completamente in sordina, mistero di come sui graffitti a Firenze ci sia stata una copertura mediatica completa e ossessiva mentre per questa storia in Giapponese io trovo solo questo trafiletto:
http://www.yomiuri.co.jp/national/news/20101016-OYT1T00823.htm

Certo qui se un giapponese si fa una canna seguono la cosa su tutti canali per un mese e mezzo ma poi spunta fuori che forse un straniero era il fornitore della roba mentre quando forse per la prima volta dei giapponesi vengono beccati con un camion di droghe cosa fanno i giornalisti locali?
Semplice fanno finta di niente.

Mia moglie appena ho raccontato la storia ha detto:
"ma sei sicuro?"
si ho risposto.
"non e` che erano cinesi camuffati da giapponesi?"
Amore c`e` la notizia guarda che la pula mica e` rincoglionita.
"Non la trovo sui siti giapponesi"
Eccola qui amore.
"O santo dio ma e` una notizia vera allora"

No comment.

Revisone:
Ecco la video notizia della NHK, vediamo se ne parleranno in modo ossessivo come per i graffitti.

ecco il video:
video

33 commenti:

  1. Luca anche il mio greemlin ha detto che non era possibile una cosa del genere. Ha tentato di sostenere la cosa di fronte all'articolo italiano poi lo ho dirottata su un sito giapponese, pensa a che livelli stiamo! 静かにして!
    Ho vissuto con mia moglie 5 anni in Italia e mi sono dovuto sorbire di tutto sul nostro paese. Adesso la sto disintegrando sul suo paese. Se trovo qualche notiziola o altro baaahhhmmmm! parte la cannonata.
    Comunque tornando a noi, cio' di cui sopra secondo me e' il risultato estremo della situazione delle nuove generazioni circa la perdita dei valori fondamentali e la cosa vale anche per il giappone. L'unica differenza e' che qui non lo ammettono come dici tu anzi lo nascondono e questa e' una cosa che fa veramente incazzare. Poi magari dietro c'e' un organizzazione tipo yakuza ecc. ma in questo caso mi sembra improbabile.
    Parlando di cose meno estreme aggiungo che personalmente ho notato da 1-2 anni a questa parte una minore educazione (sara' un impressione personale priva di fondamento) in alcuni episodi di vita quotidiana. Alcuni anticipatici tipo "essere chiamato gaijin ecc." ma anche estremi tipo quello che mi e' capitato l'altra sera. Un tizio mi ha urlato "gaijin" piu' altra roba varia che non ho capito bene in kansai-ben e "lehman brothers". Alla fine ho riso perche' ho immaginato che avesse pensato fossi americano.
    Detto cie' io vado sempre per la mia strada ma la voglia di prendere a calci un culo qualcuno e' tanta e prima o poi...

    Umbro

    RispondiElimina
  2. Lo sai che con la droga si tocca un grosso tabu'. Ricordiamoci di Norippi e di tutti gli altri che una volta beccati vengono epurati dal mondo dello spettacolo e di tutto il tatemae connesso.

    Pero' tranquillo che nel frattempo ne hanno sgominato un'altra:
    http://www.yomiuri.co.jp/national/news/20101019-OYT1T00549.htm

    Noto una certa ossessione per il consumo di marijuana, che tecnicamente dovrebbe essere pure piu' difficile da reperire e meno dannosa rispetto allo shabu e altri pastrocchi sintetizzati nei "laboratori" illegali sul territorio nazionale.
    Lasciamo stare il consumo di diluente "per usi non pittorici" (e.g. quella che lo dava alla figlia da quando aveva 2 anni).

    @umbro
    Penso sia un problema di capacita' critica che porta a polarizzare le discussioni sugli estremi (tutto bello/tutto brutto).

    Anche se fossi stato americano dubito che l'equazione americano=lehman avesse maggiore senso. =)

    RispondiElimina
  3. non vedo perché tua moglie non dovrebbe crederci. gli spacciatori sono di tutte le nazionalità.
    che lo spacciatore in giappone sia solo il solito gaijin mi pare l'ennesimo stupido stereotipo.

    RispondiElimina
  4. @mamoru
    Hai ragione e sull'equazione americano=lehman aggiungo che essere insultato a prescindere dalla mia nazionalita' non mi fa piacere comunque, ma preferisco trovare un motivo per ridere e come ho detto andare dritto per la mia via.
    Sul discorso droga quest'estate a Kobe dopo i recenti arresti di studenti universitari per presunto possesso di marijuana durante un evento di musica in spiaggia, il governo municipale sta pensando di vietare l'ingresso alla spiaggia di Suma alle persone con tatuaggi . Si, avete letto bene, assomiglia piu' ad una barzelletta ma volevo riagganciarmi al discorso "capacita' critica/estremi" se ho capito bene cosa intendi.
    Qui il concetto e' tu che hai i tatuaggi e io "buono" o meglio "coglione" ti etichetto come "cattivo" e ti vieto l'ingresso in spiaggia perche' porti la droga. E qui non c'entra la yakuza perche' parliamo di normali tatuaggi.
    Vi invito a leggere tutto l'articolo se non lo avete ancora fatto perche' e' un spasso (tratto da Japan Today http://www.japantoday.com/category/national/view/kobe-eyes-tattoo-ban-at-suma-beach-after-marijuana-case).
    Per finire, mi ritengo fortunato. Se oltre ad essere gaijin fossi anche tatuato...

    Umbro

    RispondiElimina
  5. mah, io le tipe tatuate e pure fumatrici le considero interessanti "passatempi".. :D

    RispondiElimina
  6. ah si 'sta cosa dei tatuaggi ormai è anacronistica, è incredibile che ancora pensino che tatuaggio = malvivente, un po' come negli anni '90 orecchino = gay.
    assurdo.
    una mia amica non ha potuto entrare alle terme (vero che ha un milione di tauaggi, anche lei), e quindi quel giorno non sono potuta entrare neanche io. una grande incazzatura.

    RispondiElimina
  7. hehehe quando l'ho sentita in tv ho subito pensato a te e alla tipologia di articolo in preparazione :D

    E' ora di finirla con tutti sti stranieri che vengono qui a rubarci il lavoro !!! :P

    Occhio che la marescialla è capace di barricarsi dietro alla motivazione "offerta giapponese = qualità" ;)

    RispondiElimina
  8. O santo dio questE bravE ragazzE sono stati certamente traviati da stranieri che sono la vera feccia

    RispondiElimina
  9. cinesi camuffati da giapponesi camuffati da cinesi camuffati da giapponesi camuffati da cinesi camuffati da giapponesi camuffati da
    napoletani....prossimamente su rieduchescional channel!

    Ma il camuffamento giapponese del cinese in cosa consterebbe?

    "offerta giapponese = qualità"

    Ecco, la solita Italia che frena l'innovazione, l'imprenditoria giovanile e che non si apre alle contaminazioni culturali....gia', le famose "metanfetamine bio", sintetizzate con metodi naturali orientali....

    Ridiamoci sopra per non piangere.

    PS la TBS ha cancellato il video dal tubo: goomblodddo!!! XD

    RispondiElimina
  10. Quando arrestarono Noriko Sakai per droga mi scompisciai dalle risate. Prime pagine dei giornali, approfondimenti inutili e gogna mediatica per una consumatrice come tante altre nel panorama televisivo giapponese. E non solo.

    RispondiElimina
  11. Risponderanno: 日本人じゃないんだよ!
    Mo va a caghèr...

    RispondiElimina
  12. A parte l'pocrita negazione di uso di stupefacenti, non è che la moralità giapponese sia così in alto rispetto a quella di altri paesi (e vediti gli hentai e tutta la strana pornografia che in cui i nippi squazzano), quindi concludendo ben gli stà a tutti loro che sputano sentenze sui "gaijin" e si ritrovano con i connazionali presi con le mani nella marmellata (droga per di più m°°°a sintetica in cui c'è pure scappato il morto). Spassosa la spiegazione-giustificazione di tuo moglie. "Saranno mica cinesi travestiti da giapponesi?"...ma ti domando: etnicamente parlando, è possibile?

    RispondiElimina
  13. Incredibile!!!
    Allora forse la fine del mondo è veramente vicina?

    RispondiElimina
  14. anche il mio compagno mi ha detto 'giapponesi??non è possibile,sono sicuramente cinesi!!'però in quel momento non ero riuscita a trovare la notizia in giapponese,quindi lui è ancora convinto che siano cinesi.
    ma non c'è da stupirsene che non ne parlino qui in giappone,basti pensare che Issei Sagawa(il mangia studentesse) non lo conosce nessuno!perchè dare importanza a due fattoni spacciatori allora?

    comunque,leggendo la risposta di Umbro,vedo che non sono l'unica a pensare che ultimamente il mito delle buone maniere dei giapponesi stia un pò calando...me ne rendo conto ogni giorno,dai pseudo razzisti(anche se a volte più che di razzismo si tratta di stupidità e cafonaggine) che ti fissano e ti sparlano dietro pensando che tu non capisca(o addirittura che ti puntano gridando 'gaijiiiiiiin!!!'),dai bambini maleducati con le madri caslainghe che non li cagano neanche,da quelli che rubano il posto in treno sotto il naso alle vecchiette e alle gravide,e taaaanti altri casi....

    poi il giapponese medio ha una convinzione:i giapponesi sono educati e i gaijin non sanno rispettare le norme della società,oppure se cè un criminale è sicuramente gaijin,poi i cinesi sono tutti sporchi e maleducati e nonostante la cucina cinese piaccia,preferiscono andare in un ristorante cinese gestito da giapponesi.(non voglio generalizzare troppo,ma anche il mio ragazzo che ha la mente aperta a volte la pensa così sui cinesi).

    comunque,un giorno Luca mi piacerebbe che affrontassi il tema razzismo /cafonaggine in giappone(anche se hai scritto qualche post sui priority seat mi pare),e su come è meglio comportarsi in alcuni casi,visto che tu abiti in giappone da più tempo di me e hai più esperenza nel campo!
    perchè a volte non so come reagire:ad esempio in italia basta inveire contro ,si litiga,e con un vaff...ci si toglie un peso,ma qui non esiste fare le scenate in pubblico del tipo 'ohh ma a chi hai detto gaijin??'oppure' ehi pezzo di *m*er*da che mi hai rubato il posto mentre mi stavo per sedere,come ti permetti???'
    thanks:)
    Irina

    RispondiElimina
  15. Be ragazzi vi ricordate che un giapponese in Cina, mi sembra nel mese di aprile, è stato condannato a morte e liquidato per lo stesso reato nonostante le richieste di clemenza del governo Giapponese

    RispondiElimina
  16. condannato A MORTE solo per spaccio??? O__O

    RispondiElimina
  17. @S
    Molti paesi asiatici hanno tolleranza zero verso il traffico di droga ed anche la minima quantita' di stupefacenti puo' portare a conseguenze pesantissime.

    Il che mi ricorda dell'esercitazione antidroga a Narita nella quale persero un pacchetto di droga nascosto in un bagaglio ad insaputa del proprietario perche' i cani non lo rilevarono....se il malcapitato fosse stato in transito per un paese tipo la Tailandia sai che ridere.

    Tornando on topic, questanno sono stati giustiziati per droga almeno 3 giapponesi in PRC.

    Arrestati in momenti diversi (alcuni parecchi anni fa e da allora incarcerati), mentre si apprestavanio a portare in patria qualche chilo di stimolanti.

    RispondiElimina
  18. Xumbro
    Reazione uguale tutte le gremlins e i gremlini?
    Concordo sulla caduta di educazione dei giapponesi, sono piu maleducati di tanti anni fa. Ma che ti aspetti da i giovani? (anche i vecchietti non scherzano a volte)
    Avevo sentito della pazzia dei tattuaggi=droga, classico caso giapponese di fobia basata su stereotipi, ma sai che loro ci campano su questi giochi.

    Xmamoru
    QUi le droge non esisto e se ci sono e` colpa dei gaijini.
    Si so benissimo che si fanno con il diluente, sopratutto gli yankee.
    Devo dire che ce l`anno a morte con la maria, ma sono messi male anche con MDMA.

    XS
    Per loro no un po quando parli di Yakuza e pachinko li sono tutti coreani a detta dei giapponesi.

    XAnonimo
    anche a me non dispiacevano (parlo al passato sigh..)

    XS
    Dovevi battagliare (la prossima volta chiamami)

    XGatto rognoso
    Lo sai che sono sempre in ascolto, ma come vedi ci vado leggero poverini dai stanno solo cercando di campare.
    Sul discorso qualita` ormai si sta arrendendo e sta capendo che il giappone e` cambiato.

    Xbista92
    Sapevo di casi in Cina ma era sempre una importazione verso il Giappone, corrieri niente di piu, mentre questa storia dei pusher mi ha lasciato a bocca aperta.

    Xmamoru
    Sono d`accordo non demoniziamo queste novita e` il progresso lasciamo spazio ai giovani!
    Video ricaricato.

    XAnonimo
    Vorrei tanto vedere come e` messo il panorama politico, magari sono pippati come italia?

    X4S
    Diciamo che ci sono stati vari casi di cinesi con finti documenti giapponesi (non sai quanti provano a entrare in Italia)
    Ma mi fa incazzare che finche non vede la news in giapponese non ci crede.

    XHJH
    Dai che manca poco solo due anni.

    XIrina
    Hai fatto vedere il video al tuo compagno?
    Quoto il tuo commento sugli stranieri e i cinesi, se qualcosa di male succede e c`e` uno straniero stai sicuro che vanno da lui (sono venuti proprio oggi a farmi domande su una cicca che bruciato una veranda al piano terra, era una malboro (io fumo un altra marca).
    Chissa perche sono passati da me...
    Guarda se uno mi offende rispondo a tono e` difficile spiegare come, ma cerca di fargli fare una figura di merda.
    Non ascoltare i miei suggerimenti io sono uno che i guai se li cerca e li crea.

    Xbrunodentista
    Lui stava esportando pero

    XS
    ecco la lista dei reati puniti con la pena di morte in cina:
    http://en.wikipedia.org/wiki/Crimes_punishable_by_death_in_the_People%27s_Republic_of_China
    Ma non e` completa.

    Xmamoru
    Mamma mia che storia quella del cane anti droga fortunatamente il poveraccio non e` finito ne guai ma penso che sia diventato dipendente dalla droga dopo essersi spippato il pacco.

    RispondiElimina
  19. @ Luca per la storia che non hanno ammesso la mia amica al bagno pubblico:

    se c'è una regola, è perché venga rispettata. la cosa diceva no tatuaggi, quindi è tutto coerente.

    io potevo entrare ma la mia amica no, che facevo, andavo da sola ignorandola? non era il caso.

    però mi sono incazzata sia con le terme li, per questa regola fuori dal tempo, sia con la mia amica, dato che LE AVEVO DETTO che molto probabilmente non sarebbe entrata e di non andare neanche a perder tempo.
    e poi i tatuaggi manco mi piacciono, ma queste sono opinioni personali. è piuttosto la regola no tattoos ad essere veramente anacronistica.

    RispondiElimina
  20. Perdonate l'off topic, ma comunque...
    per quanto riguarda il divieto di entrare alle terme e posti simili se si è tatuati, sono d'accordo che il divieto è ormai anacronistico, ma credo che lo stereotipo tatuato=delinquente sarà duro a morire, anche perché fino a non molto tempo fa corrispondeva a verità: a quanto ne so, per vari secoli e fino a non molti anni fa praticamente gli unici tatuati in Giappone erano mafiosi e simili (e ancora oggi i mafiosi si fanno grandi tatuaggi), ergo se eri tatuato al 99% eri un criminale. Questo stereotipo non è quindi completamente campato per aria, ha le sue ragioni, un "fondo di verità", che però oggi che anche le persone comuni hanno tatuaggi è sempre meno valido. Ma purtroppo non si può cambiare un'idea radicata da secoli in 5 minuti, specie se quest'idea ha radici in qualcosa di reale. Spero di essermi spiegata, è una cosa un po' contorta!

    Altro off topic:
    Irina ha citato i bambini maleducati, e mi è venuta una curiosità a cui mi piacerebbe che Luca o chiunque viva in Giappone o ne abbia una conoscenza abbastanza approfondita rispondesse. Una mia amica che è stata in Giappone 6 mesi l'anno scorso mi ha detto che ha notato che i bambini a partire dai 6-7 anni (quindi in età scolare) sono generalmente più disciplinati rispetto a quelli più piccoli. Secondo lei è l'effetto della scuola: in pratica i bambini sarebbero lasciati liberi di fare quello che vogliono finché non vanno a scuola, dove comincia l'"addestramento". E' una cosa che avete notato anche voi o si è fumata qualche diluente?

    Scusate ancora per l'off topic selvaggio =)

    RispondiElimina
  21. Circa la tolleranza zero in Asia, quando ero in vacanza in Vietnam (circa 10 anni fa) vidi su un giornale locale la foto di un viso occidentale (poi avrei scoperto essere canadese), abbastanza tumefatto.
    Avevano beccato questo tizio con qualche chilo di eroina, che di certo non gli era stata prescritta dal medico :D
    Lo arrestarono, lo riempirono di botte, gli fecero indossare la divisa da carcerato, lo fotografarono e lo misero sul giornale, come in segno d'avvertimento.
    Seppi tempo dopo da un amico vietnamita che quella persona era stata processata, trovata colpevole e condannata. A morte, come si usa in Asia salvo qualche eccezione.

    RispondiElimina
  22. Uno cosa che ho imparato in Giappone è che i giapponesi non hanno mai a che fare con attività criminali (a loro dire, ovviamente).

    Vi racconto questa, che è bella.
    Un amico italiano, a cui avevano rubato uno scooter, si recò (dopo un'ora dal fatto) al kouban di Nishiazabu per denunciare il furto.
    I poliziotti gli dissero: "Non c'è niente da fare. Il suo scooter a quest'ora è già in Corea". Fenomenali questi coreani hahahahahah!

    RispondiElimina
  23. Non sapevo dove mettere la seguente notizia e quindi ho optato per questo articolo:

    Notizia giapponse

    RispondiElimina
  24. stavo preparando i dati per il concorso Vulcanus, per fare un'anno in giappone con l'università...

    ma sinceramente da questo articolo mi sembra ci sia una politica veramente opprimente su alcune libertà personali.... talmente opprimente che sto rivalutando gli stati uniti al posto del giappone...

    RispondiElimina
  25. X Simone: sicuramente meglio gli USA del Giappone a mio parere

    RispondiElimina
  26. X Simone:
    non ho capito a quali libertà personali ti riferisci...

    RispondiElimina
  27. Simone, prima di partecipare ad un concorso togli l'apostrofo ad "un'anno".

    RispondiElimina
  28. X Valentina:
    mi riferisco alle droghe

    se devo trasferirmi dall'altra parte del mondo forse mi conviene piu' la California....

    sinceramente trovo l'Asia molto affascinante, ma forse è l'ideale per farci una vacanza, non per viverci.
    (ovviamente parlo per me)

    RispondiElimina
  29. X brunodentista:

    come mai mi consiglieresti gli USA?

    c'è qualche ragione particolare?

    hai avuto qualche brutta esperienza col giappone?

    sono assolutamente in cerca di ogni tipo di informazioni di questo tipo :)

    RispondiElimina
  30. X Simone
    evidentemente sulle droghe abbiamo idee diverse...

    RispondiElimina
  31. X Valentina:

    ovviamente :) ma non mi faccio illusioni, seguo questo blog propio per conoscere il vero giappone, e devo dire che Luca ha piu' di una volta scosso quelle che erano le mie convinzioni

    e nel valutare scelte cosi' grosse come trasferirsi in un altro stato, ogni piccola cosa ha un grande peso.

    oltretutto sono molto interessato ai vari posti per ricercatore, ma mentre in europa e usa trovo moltissime occasioni, faccio molta fatica con il giappone...

    RispondiElimina
  32. Giorni fa hanno beccato altri 4 giapponesi in Nuova Zelanda con 6kg di metanfetamine...

    RispondiElimina
  33. se non mi ricordo male mica solo i criminali erano tatuati in Giappone (da bravo appassionato dei tatuaggi) anche i pompieri.
    Motivo banale, in caso di morte erano riconoscibili.
    purtroppo é rimasto solo il concetto criminogeno in Giappone anche se li sta uno dei più fenomenali tatuatori mondiali, che lotta da tanto contro il preconcetto... de facto il mio sogno é farmi fare un lavoro da lui...

    RispondiElimina

I commenti sono liberi e senza moderazioni perciò in generali il commento passa in automatico ma potrà essere segato se:
-Spam
-Offensivo o sfondo sessuale
-OT

Si avvisano inoltre gli anonimi che anche a loro è permesso commentare ma in questo blog abbiamo un sistema gerarchico basato sui contributi nei contenuti. Un utente conosciuto e accreditato verrà trattato come un essere umano e avrà diritto a uscite anche antipatiche ma gli utenti nuovi e anonimi sono pregati di leggersi il blog prima di attaccarmi per un singolo post o una piccola serie. Nel caso degli anonimi essendo anonimi saranno considerati sempre dei nuovi arrivati. Il loro stato di anonimato li mette già nella condizione di essere considerati dei Troll. Avranno la loro possibilità di commentare ma nel caso risultino antipatici al sottoscritto verranno presi a pesci in faccia perché anonimi. Quindi suggerimento ai lettori nuovi arrivati, evitate l`anonimato basta un Nick mica altro e fatevi conoscere con dei contributi intelligenti allora le vostre parole saranno prese in considerazione anche quando mi attaccate.