mercoledì 16 novembre 2011

Piccoli ballerini

Angelo ogni mattina viene ipnotizzato da un programma TV che si chiama "Okaasan to Issho".
(wiki eng.)(wiki Jp)(hp)
Questo dannato programma giapponese è pieno di messaggi subliminali e trasforma il piccolo in una macchina da guerra ben oliata.
Tra balletti e canzoncine inculcano nel piccolo terribili abitudini, tipo lavarsi i denti, mettere in ordine, fare le pulizie ecc.

Tutto questo riempito di pupazzetti colorati che un giorno attiveranno il programma nascosto nelle menti dei piccoli per la supremazia dei neonati giapponesi sul mondo.

Come potrete notare nel video il piccolo ballando impara tecniche di combattimento corpo a corpo degne di una Navy Seal.
Gia adesso il piccolo è capace di spezzare il collo di un elefante con le sue paffute manine. Un giorno guidati dal cane di pezza che si vede nel programma successivo i piccoli marceranno sull` Europa trucidandone gli abitanti.
Il loro urlo di battaglia "Puuuuuu  shita" (angelo lo dice quando rilascia un bombardamento chimico).


Gustatevi il video escludendo il training militare che subisce notate che il piccolo balla come una Kogyaru, quindi il livello degli Idol giapponesi in generale nel ballo è allo stesso livello di un bambino di 1 anno e 8 mesi.

21 commenti:

  1. Da Italicus:

    Ai miei tempi a malfatica c'era a malfatica il Carosello. I tempi sono cambiati,eccerto!

    Pace e bene,e tanta salute,e tranquillità!

    RispondiElimina
  2. Ma...al secondo 35 che fa? Adora il grande cane dominatore del mondo?

    RispondiElimina
  3. Che tenero e come è cresciuto. Però è bravo: non si è capottato nemmeno una volta ^^

    Ma non sta un pò troppo vicino alla TV?

    RispondiElimina
  4. Aspetta che inizi a guardare ピタゴラ スイッチ.
    Poi ne riparliamo.

    RispondiElimina
  5. maledetti... corrompere in questo modo delle giovani menti indifese e impreparate... non oso immaginare i danni neurologici che si porterà dietro in età adulta... Giappone, vergogna del mondo...
    Per fortuna che almeno noi ci siamo salvati, ben lontani da quelle lande malefiche, coccolati dalla programmazione locale che ci educava con.... oooopssss :D

    RispondiElimina
  6. Ernesto Cevienz 'o Impollinator16 novembre 2011 21:14

    Buongiorno signor Luca volevo porle una domanda. Ho afferrato abbastanza il sistema elettorale giapponese. Al senato dal secondo dopoguerra voto al candidato e voto al partito, alla camera ci sono due voti solo dal 1996. Quello che non riesco a capire è la differenza fra "class of 1947" e "class of 1950" in pagine come questa: http://en.wikipedia.org/wiki/Hokkaido_At-large_district

    La ringrazio.

    RispondiElimina
  7. Ma che bello che e' Angelo... Ha gia' 20 mesi ? O_O ... Come passa il tempo...

    RispondiElimina
  8. Okaasan to issho è un programma molto famoso. Non ci sono più dentro anche i DekoBoko Friends? Anche se breve sono un cartone animato molto educativo per i bimbi dell'età di Angelo. Mia figlia invece vede Anpanman da quando aveva un anno (grave errore dei genitori) ed ha ormai sviluppato un destro degno di Mike Tyson (Papà, An-punchi!). Non ripetere il nostro errore per favore.

    p.s. Di solito parli in italiano ad Angelo?

    RispondiElimina
  9. Che bello! Il pupone è cresciuto parecchio dall'ultima volta che hai postato foto e video!! E' pauroso vedere come Angelo si applica alla perfezione per imitare i balletti in TV, okkio che se a noi quarantenni ci hanno fot***o Goldrake & Company, verso la fine degli anni '70 (ed eravamo più grandicelli) chissà che potere mediatico possono avere questi programmi sui pargoli così piccini!!

    RispondiElimina
  10. Che bello che è!!!

    Quel genere di programmi è veramente allucinante, ma questi sono niente in confronto ad altri che ho visto che erano veramente tremendi, erano sul serio roba da lavaggio del cervello...

    RispondiElimina
  11. Quanto e' cresciuto!
    E' davvero carinissimo!^_^
    Mi ricordo di questo programma,quando ho vissuto in Giappone anche le mie figlie lo hanno dovuto "subire"!

    RispondiElimina
  12. Da Italicus:

    Io ho sempre avuto l'impressione che questi odierni programmi nipponici fossero sì ufficialmente rivolti ai bambini,ma che "ufficiosamente" fossero indirizzati alle mamme. Mi sembra, sempre per intuizione o sesto senso, che le mamme ,di oggigiorno - e pure di quei Paesi sviluppati e industrializzati- abbiamo meno tempo per stare coi propri figli(Il lavoro viene prima di tutto,e poi le faccende domestiche, e la mancanza dei nonni...), e che ,appunto, le mamme in primo piano,e i babbi in secondo, si affidino sempre di più a questi programmi che io definisco di vago approccio pedagocico,nel senso stretto del termine, ma che però lo sono dal punto di vista praparatorio(in un certo senso) all'inserimento nella numerosa comunità.

    Ora,mi sembra perlomeno leggermente strano - una svista?- che in nessuno di questi programmi si faccia il benché minimo accenno a (per saper convivere con i vicini...)non fare rumori inutili come per esempio il tirar su il moccio,il succhiare la pasta,e, il saper imparare a condividere culture,tollerare,convidere...con la "diversità"della specie umana.

    Tuttavia un grandioso supplemento a queste carenze educative può essere immesso per diretto intervento dei genitori. Luca, immagino che tu a suo tempo chiarirai a tuo figlio che per non far rumore tirando su il moccio( per tutta la vita) c'è in alternativa , non dico il soffiarsi il naso in pubblico e tagliare così la testa al toro(cosa che è ritenuta molto maleducata in Giappone) ma perlomeno, in alternativa alla soffiatura il tamponamento di questo.
    In treno per non turbare la pace del mio prossimo e se ho la gocciola al naso IO cerco di non far rumore tamponando il naso con un fazzolettino di carta o con il mio fazzoletto di pezza. Riuscirà qualcuno a copiare anche questa alternativa e spacciandola per intuizione nazionale in uno di questi programmi "educativi"?

    Insomma,se da un lato vi sono questi programmi(copiosi per numero e fattezze) , da un lato mancano quei programmi nei quali bambini di ogni "tipo umano" e "condizione fisica" si abituino a saper convivere.


    O forse mi sbaglio e mi sono perso qualcosa????

    RispondiElimina
  13. @Italicus
    Hai espresso precisamente un mio pensiero.
    Questi programmi pieni di cazzibuffi parlanti mancano proprio di questo; il problema inoltre è che molti genitori per primi non hanno questo senso civiltà da trasmettere ai figli.
    Voglio dire... io se vado in bagno la notte e tiro lo scarico, penso sempre "speriamo non disturbi quello di sotto che sta dormendo". Ci sono invece dei (molti) cafonazzi che tranquillamente fanno andare di notte delle lavatrici, rumorose come betoniere e fanno serenamente giocare i figli a pallone in casa: questi ai figli non trasmettono niente.

    RispondiElimina
  14. DarkAlex,

    fa un certo piacere incontrare persone con le quali condividere punti di vista simili: Ci avevo perso l'abitudine!

    Che cosa sia "maleducazione" è arduo stabilirlo!
    Spesso, maleducazione viene camuffata e sostituita (giustificandola)con abitudine.

    Scontrarsi su questi preamboli non ne vale la pena. Un dibattito,una discussione, ma non certo scontri. Eppoi, chi vuol vedere se c'è della verità nelle tante cose che si dicono qui(cose che di per sè non portano autentificazione intrinseca,in virtù del fatto che sono scritti;segni alfabetici..)basta smettere di fare i sordastri,aprire di più gli occhiettini, e voilà, apriti Sesamo! Siamo tutti poi "maleducati", "zozzoni",e bisognosi(forse) di "evolversi".

    E' stato precedentemente ,azzardatamente menzionato un "Evoluto",che è perfettivo di evolvere:se lo stadio di evoluzione è così raggiunto e statico,beh c'è da aspettarsi di tutto!

    RispondiElimina
  15. Bellissimo il mio nipotino adottivo, un saluto :-)

    RispondiElimina
  16. Parli in italiano al bimbo?

    RispondiElimina
  17. iiiiiiiiiiiihhhhhhhhhhhhhhhhhhhh
    che
    cariiiiiiiiiiiiinoooooooooooo!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    *____*

    RispondiElimina
  18. Bellissimo!
    La cosa più strabiliante nel comportamento dei bambini che mi ha colpito è la fine: quando tuo figlio si spiattella sul letto e si mette in punta di piedi.
    Mia figlia spesso fa la stessa identica cosa: bambini di tutto il mondo, siete tutti uguali (per fortuna!), sono gli adulti e la società poi a renderli diversi.... (purtroppo pe ralcuni aspetti...)
    Ciao

    RispondiElimina

I commenti sono liberi e senza moderazioni perciò in generali il commento passa in automatico ma potrà essere segato se:
-Spam
-Offensivo o sfondo sessuale
-OT

Si avvisano inoltre gli anonimi che anche a loro è permesso commentare ma in questo blog abbiamo un sistema gerarchico basato sui contributi nei contenuti. Un utente conosciuto e accreditato verrà trattato come un essere umano e avrà diritto a uscite anche antipatiche ma gli utenti nuovi e anonimi sono pregati di leggersi il blog prima di attaccarmi per un singolo post o una piccola serie. Nel caso degli anonimi essendo anonimi saranno considerati sempre dei nuovi arrivati. Il loro stato di anonimato li mette già nella condizione di essere considerati dei Troll. Avranno la loro possibilità di commentare ma nel caso risultino antipatici al sottoscritto verranno presi a pesci in faccia perché anonimi. Quindi suggerimento ai lettori nuovi arrivati, evitate l`anonimato basta un Nick mica altro e fatevi conoscere con dei contributi intelligenti allora le vostre parole saranno prese in considerazione anche quando mi attaccate.