sabato 14 gennaio 2012

Targhe italiane in Giappone?! 2 - AGGIORNAMENTO 1

 ______
Ai nuovi e vecchi lettori: ricordo che i post marchiati con il "bollino di qualita' "(lol) sono quelli curati da mamoru, gentilmente ospitati dal padrone di casa, Luca da Osaka che, ricordiamolo, ha intrapreso (eroicamente) la via del karoushi per risollevare l'economia del sol levante.... :D



A seguito di un altro avvistamento di Mattia, si e' profilata una terribile ipotesi dietro alla questione delle targhe italiane montate sotto a quelle giapponesi.


L'ipotesi in questione, che qualunque essere umano sano di mente avrebbe scartato a priori, si basa sulla commercializzazione dei seguenti manufatti:

Inutile dire che e' la roba piu' sfigata che si possa concepire..

_| ̄|○

Adesso resta solo da trovare qualcuno che, avvistata una targa europea in Giappone, tagli la strada al guidatore lo estragga a forza dal mezzo e si sinceri della genuinita' della targa nascosta....

Scherzi a parte, come faceva notare Mattia, la discriminante per distinguere al volo la farloccata dall'originale dovrebbe essere il font customizzabile, con il risultato che a volte potrebbe capitare di vedere un carattere anomalo (ad esempio di quelli usati in Germania) su una targa italiana.

Conferma sul sito del produttore che ci sono diversi font tra cui scegliere:

cliccare per ingrandire

A dire il vero ci sarebbe anche l'ipotesi di targhe custom fatte fare ad hoc, sul seguente sito se ne trovano degli esempi:
http://www.cent-21.com/car-tag/customtag-europe/italy.htm
http://www.cent-21.com/car-tag/eu-tag.htm

Interessante la sezione di targhe "usate" (ma e' possibile??) che tengono a stock:

Notare la coppia di targhe di firenze a 31500¥ (oltre 300 €)

Concludendo: mandateci le vostre segnalazioni, possibilmente corredate da foto della targa e "sottotarga" (censurando la parte inferiore della targa giapponese per ragioni di privacy ovviamente) e vediamo se l'ipotesi regge.

Aggiornamento del 16 gennaio

Mattia ha ritrovato l'Alfa con sedicente targa italiana e ha fatto alcune foto, per completezza vi rimando al suo post in merito.


Da un lato non si puo' confermare al 100% che si tratti di un accessorio come quello sopra descritto, ma i font usati per la targa paiono essere piuttosto strani per una targa italiana. Inoltre il veicolo in questione oltre ad essere un po' vecchiotto peressere immatricolato 2011, oltre ad avere la guida a destra...

Attendiamo altri riscontri dai lettori: a caccia della targa straniera! =)

Nel frattempo segnaliamo che stranieri che si aggirano con fare sospetto tra le vetture di ingenui cittadini giapponesi, sicuramente con l'intento di rubarle!

Siate vigili e segnalatelo al vostro koban piu' vicino. :D
_____
おまけ

Effettivamente qualcosa di piu' sfigato della targa straniera finta potrebbe anche esserci...


video 
 (filmato di repertorio + foto non mie recuperate dal web)


Perche' se proprio volete farvi l'ita-sha (痛車), fate le cose per bene:


キタ━━━━(゚∀゚)━━━━ !!!!!
.

15 commenti:

  1. La psicologia del tamarro, talvolta, è meravigliosa! Sono commosso!!!

    RispondiElimina
  2. NO NO VI PREGO SULLA MODENA NOOO!!!!! :-\

    RispondiElimina
  3. Asuka e la NERV sulla Ferrari... Non so se compiacermi (perche' mi piace Eva) o arrabbiarmi (per lo scempio)...

    RispondiElimina
  4. Mi par di capire che il concetto di sfigato in Giappone si alquanto particolare.
    Che poi, non sopportano di avere gli stranieri fra le balotte, e poi producono e comprano 'ste minchiate???

    RispondiElimina
  5. Tutto questo prima di vedere una Ferrari ed Evangelion rovinati contemporaneamente... ARGH!

    RispondiElimina
  6. Si, ma voialtri vi scandalizzate per le inezie, in fondo la rossa sulla rossa ci sta pure bene.

    Dai, allora rifatevi gli occhi con questo:

    http://video.fc2.com/en/content/20081128Wg4PBzDr

    (disclaimer: dopo la visione la funzione CTRL+Z non sara' disponibile) =)

    RispondiElimina
  7. Bisogna ammettere che se la lettura della prima targa risultasse difficile,allora subentra la seconda,più facile.

    RispondiElimina
  8. Mi hai fregato sul tempo, avevo trovato gli stessi siti, stavo solo aspettando di trovare una targa per strada, menare l` autista e controllare per conferma se era una fasulla.

    Comunque e penoso come in molte altre cose in cui Giapponesi sono campioni di scemaggine.

    OT
    Avete mai visto come alcune zitelle trattano il cane?
    Ne conosco una che fa le seguenti cose al suo cane:
    -Mette le mani dietro il culo quando caga.
    -Gli fa il party di compleanno con amici cani invitati.
    -Porta il cane in Giro con un carrozzina per bambini e il poveretto non tocca mai L`asfalto.
    -Ha una cameretta per il cane con tutti i pupazzetti e mobili italiani (roba che costa il doppio di tutto il mio arredamento)
    -Porta il cane alle terme con bagno termale privato in camera (uno per il padrone e uno per il cane)(costo 400 euro a notte)
    -Compra roba di marca (armani,versace,Gucci,LV ecc) la fa tagliare e ci fa vestitini per il cane.
    -Fa un calendario che costa quasi come un set fotografico per un matrimonio (3000euro) per avere il calendario ogni anno.

    Gente che si deve mettere una targa finta su un alfa non la capisco....
    Ma siamo in Giappone e sappiamo tutti che sono infantili e nessuno gli dice guarda che hai qualche problema psicologico.

    RispondiElimina
  9. Dal cane imbrillantato si passa poi tutto di un botto al cane gassificato! Qui si va per salti quantici,come ho sempre sospettato.
    Però,dai, Luca, questi qui se li inventano i lavori e le occupazioni! Altro che da noi in Italia! Hanno fedelmente riprodotto i prodotti della società dei consumi , e sono andati però altre,con idee di suo,direi.
    Visto che le tendenze sembrano andar scemando e invertendosi,mi sovviene il dubbio che presto in Italia si farà altrettanto? Ultimamente con sta' global-cagazione vogliano propinarci la voglia di far comunella...mhhh! Se così deve essere,così facciano!

    RispondiElimina
  10. @ Luca: per quanto riguarda le targhe usate e la loro legalitá, ti do una dritta riguardo a quelle che ho visto nell'immagine:

    - Targhe Tedesche: possono essere tenute se il veicolo é stato demolito o ceduto in un'altra cittá (ho un amico con una decina di targhe in garage) quindi nulla di male.

    - Targhe Olandesi: sono legate al veicolo a vita vanno riconsegnate in caso di demolizione/esportazione. (per la cronaca: le due targhe in foto risalgono circa al 1990/91 ed al 95/96).

    Lo stesso per le targhe Italiane, quindi mi vien da pensare che negli ultimi due casi qualcuno sia andato a caccia armato di cacciavite...

    RispondiElimina
  11. @ mamoru
    Urka, come rovinare una Ferrari in 8 comode ore....


    Alberto

    RispondiElimina
  12. @alberto
    fossero solo 8... c'era anche tutta la preparazione delle decalcomanie oltre al lavori di quelli che han fatto i bozzetti

    qui il filmato "completo":

    In ogni caso era per pubblicita', spero che poi l'abbiano rimessa come era. =)

    RispondiElimina
  13. Ciao a tutti e complimenti per il bellissimo blog.
    Mi hai/avete tolto moltissime curiosità sul giappone.
    Vorrei farvi una domanda off topic che però forse è un po scontata:
    in questi giorni qui in italia non si parla d'altro che del naufragio della Concordia.
    Ma in giappone se e come commentano questo episodio (visto che c'erano anche giapponesi a bordo)?
    Fanno battute comandante italiano fifone si caga sotto e scappa oppure si astengono?
    Ciao e complimenti ancora per il blog
    Mich

    RispondiElimina
  14. Per le targhe tedesche posso confermarti che, a meno che non siano state rubate, e' perfettamente legale.
    Quando si deimmatricola una macchina, l'impiegato della motorizzazione rimuove un bollo dalla targa (come si vede nelle foto che hai allegato) e riconsegna la targa al proprietario.
    Anch'io mi sono tenuto le targhe per ricordo quando ho cambiato ho lasciato la Germania.

    RispondiElimina

I commenti sono liberi e senza moderazioni perciò in generali il commento passa in automatico ma potrà essere segato se:
-Spam
-Offensivo o sfondo sessuale
-OT

Si avvisano inoltre gli anonimi che anche a loro è permesso commentare ma in questo blog abbiamo un sistema gerarchico basato sui contributi nei contenuti. Un utente conosciuto e accreditato verrà trattato come un essere umano e avrà diritto a uscite anche antipatiche ma gli utenti nuovi e anonimi sono pregati di leggersi il blog prima di attaccarmi per un singolo post o una piccola serie. Nel caso degli anonimi essendo anonimi saranno considerati sempre dei nuovi arrivati. Il loro stato di anonimato li mette già nella condizione di essere considerati dei Troll. Avranno la loro possibilità di commentare ma nel caso risultino antipatici al sottoscritto verranno presi a pesci in faccia perché anonimi. Quindi suggerimento ai lettori nuovi arrivati, evitate l`anonimato basta un Nick mica altro e fatevi conoscere con dei contributi intelligenti allora le vostre parole saranno prese in considerazione anche quando mi attaccate.